Fabio Rovazzi

Foto: @rovazzi [IG]

Fabio Rovazzi: «Il Covid non esiste? Mio nonno ci è morto!»

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Pensate, c’è qualcuno che crede che il Coronavirus non sia mai esistito e che si tratti, piuttosto, di un complotto ai danni dell’intera popolazione mondiale. Di fronte a queste stucchevoli convinzioni, Fabio Rovazzi, che a causa del Covid ha perso l’amato nonno, non riesce a trattenere la rabbia.

Il Covid non esiste? La rabbia di Fabio Rovazzi

Secondo alcuni “complottisti”, il Covid non sarebbe altro che un’invenzione. Tali convinzioni non spariscono nemmeno di fronte alle oltre trentamila persone morte a causa del virus. Fabio Rovazzi, però, ha deciso di dire la sua. Ecco le sue parole al Corriere:

Il caso dei gilet arancioni in piazza Duomo mi ha stupito. Non per le persone che ci sono andate ma per l’autorità che non si è fatta sentire. E quando qualcuno dice che il Coronavirus non esiste lo prendo di petto. Impazzisco. Ho vissuto una tragedia da vicino. Ho vissuto mesi brutti combattendo contro cose assurde. Avrei potuto fare un post di divisione e attacco. Non l’ho fatto per rispetto del nonno e per non sporcare il nostro rapporto. Con i giorni ho capito che cercare il colpevole per una cosa imprevedibile come questa non era utile

Leggi anche: Fabio Rovazzi e lo straziante addio al nonno defunto

La quarantena di Rovazzi

Gli ultimi mesi, per Fabio, sono stati davvero dolorosi e privi di creatività: l’artista, infatti, non ha prodotto nuova musica né videoclip. Ecco la sua confessione:

La quarantena è stata un periodo buio non solo per l’assenza di stimoli ma per altri eventi drammatici che mi sono accaduti. La mia musica e i miei video sono sempre frutto delle sensazioni che vivo e quindi non mi sarebbe venuto un pezzo allegro. La gente adesso ha bisogno di vibe positive. Se ci avessi provato sarebbe uscito qualcosa di finto e la gente se ne sarebbe accorta.

Insomma, tempi duri per tutti, anche per Rovazzi, a cui va tutta la nostra solidarietà e vicinanza.

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Classe 1984, laureata in comunicazione d'impresa, da sempre appassionata di capelli. Sempre al passo coi tempi, ama seguire le ultime tendenze in fatto di bellezza.