Omicidio Pamela Mastropietro, chi è la madre Alessandra Verni? Tutta la storia: cosa è successo? Dove è stata uccisa? Chi è l’assassino? Instagram

Alessandra Verni è la mamma di Pamela Mastropietro, la ragazza di soli 18 anni uccisa, fatta a pezzi e ritrovata in due valigie.

Alessandra Verni è la mamma di Pamela Mastropietro, la ragazza di soli 18 anni uccisa e fatta a pezzi, ritrovata in due valigie nella periferia di Macerata. La donna, di recente, ha realizzato un ultimo sogno per sua figlia.

Leggi anche: Caso Pamela Mastropietro, cosa è successo? Tutta la storia: data di nascita, dove è stata uccisa, autopsia cadavere, processo e sentenza, valigia e tassista italiano

Chi è Alessandra Verni?

Alessandra Verni è la madre di Pamela Mastropietro; la donna, insieme al suo ex marito Stefano, aveva denunciato la scomparsa di sua figlia il 29 gennaio del 2018. Al tempo, la ragazza si trovava in una comunità di tossicodipendenti per sfuggire alla morsa della droga, dalla quale era dipendente. Purtroppo, per Alessandra e l’ex marito Stefano, il 31 gennaio dello stesso anno sono arrivate delle bruttissime notizie: il corpo di Pamela Mastropietro è stato rinvenuto a pezzi, in due valigie nella periferia di Macerata. Ma cosa è successo?

Il caso di Pamela Mastropietro

Un uomo, passando per caso in Via dell’Industria – fra Casette Verdini e Pollenza – scruta poco distante da una villetta due valigie, una rossa e una blu, abbandonate in un piccolo fossato. Dentro ci sono i resti del corpo di una giovane donna, fatta a pezzi. La Polizia giunge immediatamente sul posto e facendo gli esami di rito, scopre che il DNA combacia con quello di Pamela Mastropietro. Scattano immediatamente le indagini per ricostruire le ultime ore della ragazza uccisa e fatta a pezzi, ma queste durano – per fortuna – poche ore.

L’assassino

La mattina del 1 febbraio 2018, un 29enne nigeriano – Innocent Oseghale – viene fermato in relazione all’omicidio di Pamela. Il ragazzo è stato identificato grazie alle videocamere di sorveglianza che lo hanno ripreso vicino a una farmacia, mentre seguiva la vittima la notte della sua scomparsa. Innocent è nigeriano e vive in Italia dal 2015: è un rifugiato senza permesso di soggiorno ed è già noto alle forze dell’ordine per lo spaccio di droga. Il 1 febbraio del 2018, però, viene fermato con l’accusa di omicidio.

innocent oseghale

Il nigeriano arrestato

Il suo stato di fermo fa piombare l’Italia nello sconforto. Nonostante tutto, però, Alessandra Verni ha ancora la forza di difendere sua figlia; così – durante l’ultima seduta del processe – la mamma di Pamela Mastropietro ha dichiarato:

Un giorno vorrei parlare con Innocent Oseghale; deve dirmi guardandomi negli occhi cosa è successo quel giorno. Deve indicarmi chi sono i suoi complici. Dice di essere pentito? Allora deve collaborare con la giustizia.

La condanna

Innocent Oseghale è stato condannato all’ergastolo con 18 mesi di isolamento; Alessandra Verni – se così si può dire – è rimasta contenta della sentenza, anche se fra l’assassino di Pamela e il fine pena mai, oggi, c’è ancora la Cassazione. Secondo la mamma della Mastropietro, l’isolamento e l’ergastolo sono l’unica pena davvero esemplare per il nigeriano.

Il sogno di Pamela

Sono passati diversi anni da quando Pamela Mastropietro è stata brutalmente uccisa, ma Alessandra Verni non si arrende: la donna continua a ricordarla e a chiedere giustizia per sua figlia. Infine, poi, ha voluto esaudire l’ultimo desiderio della giovane: prendere il diploma di maturità professionale.

alessandra verni

Alessandra Verni, la madre di Pamela

Nonostante le udienze, gli incontri con gli avvocati e il suo lavoro, Alessandra ha studiato e ha realizzato finalmente il sogno che sua figlia non raggiungerà mai: a Pamela mancavano pochi mesi prima di poter arrivare finalmente a quell’agognato “pezzo di carta”. Il 9 settembre del 2020, Alessandra Verni ha conseguito il diploma in Servizi socio sanitari, l’esame che sua figlia non era riuscita a dare. La donna, raggiunta dai microfoni di Chi L’ha Visto, ha detto:

È stata come riprenderla in braccio, l’ho fatto per lei.

Tramite la pagina Facebook gestita dalla mamma di Pamela, la donna fa sapere di aver mantenuto la promessa fatta qualche anno prima:

alessandra verni post facebook

Il post di Alessandra su Facebook

Instagram

Su Instagram Alessandra Verni continua a chiedere giustizia per sua figlia, senza mai smettere di ricordarla. QUI il profilo.