Gabibbo: chi è? Cosa vuol dire gabibbo? Cosa dice sempre? Chi si nasconde dietro il costume? Di chi è la voce? Significato nome, Gero Caldarelli e tutto sul personaggio cult di Striscia la notizia e Paperissima Sprint

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Il Gabibbo, è l'inviato speciale di Striscia la notizia e il conduttore di Paperissima Sprint, le storiche trasmissioni di Canale 5

Il Gabibbo, oltre a essere l’inviato speciale di Striscia la notizia, incaricato di raccogliere informazioni su situazioni ingiuste denunciate dai telespettatori della trasmissione, è anche il conduttore di Paperissima Sprint. Conosciamolo meglio.

Leggi anche: Paperissima Sprint: Mikaela Neaze Silva, chi è l’ex velina? Età, origini, genitori, fidanzato, fisico, altezza, peso, audio, Instagram

Chi è il Gabibbo?

Personaggio comico di fantasia, il Gabibbo è stato ideato da Antonio Ricci. Appare nelle trasmissioni televisive dell’autore televisivo in onda su Canale 5, tra cui Striscia la notizia, Veline, Velone, Cultura moderna e Paperissima Sprint. In quest’ultima trasmissione è anche conduttore. In Striscia la notizia, invece, è l’inviato speciale sempre dalla parte della giustizia e in cerca della verità, incaricato di raccogliere informazioni su situazioni denunciate dai telespettatori della trasmissione.

Ecco a voi il Gabibbo / Foto: Ius in itinere

Ecco a voi il Gabibbo / Foto: Ius in itinere

Cosa vuol dire Gabibbo?

Gabibbo è una parola genovese. In passato era il titolo che i marinai genovesi davano agli scaricatori del porto di Massaua, in Eritrea.

Cosa dice sempre?

Il personaggio è ligure. Ciò è evidente perchè il suo modo di esprimersi è caratterizzato da un forte accento genovese, da numerosi riferimenti allo stereotipo del genovese avaro e dall’uso di molti termini in lingua ligure:

belandi, besugo, nescio, figgeu, rumenta, palanche

Chi si nasconde dietro il costume?

Il Gabibbo è stato animato dal mimo Giorgio Gero Caldarelli dal suo debutto nel 1990 fino al 2017, anno della prematura scomparsa di Caldarelli. Da tale data, il ruolo di animatore del pupazzo rosso è passato al mimo Rocco Gaudimonte, ex allievo di Caldarelli, che lo aveva già sostituito alcune volte negli anni precedenti.

Il Gabibbo e Gero Caldarelli / Foto: Mediaset Infinity

Il Gabibbo e Gero Caldarelli / Foto: Mediaset Infinity

Di chi è la voce?

A dare voce al Gabibbo è dal 1990 il doppiatore Lorenzo Beccati.

Significato nome

In origine gabibbo era la parola usata dopo la guerra dai genovesi per indicare l’immigrato dall’Italia meridionale. A differenza del terrone milanese, il gabibbo non ha connotazioni sprezzanti ma è molto vicino alla sua radice araba hhabib, che vuol dire burlone.

Gero Caldarelli

Gero Caldarelli, all’anagrafe Giorgio Caldarelli, è stato un mimo e attore italiano, nonché la persona che ha animato il Gabibbo dal 1990 al 2017, anno della sua morte. Il mimo era nato a Torino, il 24 agosto 1942  e aveva 72 anni.

Tutto sul personaggio cult di Striscia la notizia e Paperissima Sprint

Il Gabibbo è un pupazzo che raffigura una creatura antropomorfa calva, completamente rossa, con gli occhi bianchi, naso tondo appena visibile e la bocca molto larga. Generalmente compare in costume. Quando però non è travestito, è caratterizzato da un abbigliamento minimal: falsa camicia, papillon e polsini con gemelli.

Gabibbo, il pupazzo inviato di Striscia la Notizia / Foto: Donna Glamour

Gabibbo, il pupazzo inviato di Striscia la Notizia / Foto: Donna Glamour

Il personaggio del Gabibbo, nato inizialmente come provocatore, nel corso degli anni si è trasformato in difensore dei cittadini. Apparso per la prima volta il primo ottobre 1990 a Striscia la notizia di Antonio Ricci, rappresenta l’inviato speciale, incaricato di raccogliere informazioni su situazioni ingiuste o scandalose denunciate dai telespettatori della trasmissione.

Instagram

Cerchi il Gabibbo su Instagram? Trovi la pagina del programma televisivo di Canale 5 cliccando direttamente QUI.

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Curiosa per natura e appassionata di musica e cinema: scrivo per diletto e insegno per professione.