Mattia Caruso accoltellato: chi è Valentina Boscaro l’assassina? Età, figlio, famiglia, lavoro, tutta la storia, perché l’ha ucciso

Valentina Boscaro ha ucciso il suo fidanzato Mattia Caruso accoltellandolo al cuore. Ma perché? I dettagli all'interno

Mattia Caruso è stato accoltellato da Valentina Boscaro, la sua fidanzata. Ma cosa è successo? Perché la ragazza ha agito così?

Leggi anche: Piera Maggio, Denise Pipitone: ecco chi sono i colpevoli, la mamma della bimba scomparsa rivela tutto

Mattia Caruso è stato accoltellato da Valentina Boscaro: perché?

Valentina Boscaro ha 31 anni ed è rea confessa dell’omicidio del suo fidanzato Mattia Caruso, ma cosa è successo la sera del 25 settembre? A raccontarlo è proprio la diretta interessata:

Mattia guidava veloce, ha iniziato a strattonarmi tirandomi le mutande. Era imprevedibile quando beveva. Io ero stanca ed esasperata, ho visto il suo coltello sul cruscotto: l’ho preso e l’ho colpito. La nostra era una storia burrascosa, litigavamo sempre. Mi picchiava e mi minacciava, una volta voleva farmi mangiare una tartaruga morta

In diverse occasioni, infatti, la ragazza sarebbe stata picchiata dal suo fidanzato. La versione dei parenti della vittima, però, risulta essere diametralmente opposta; ecco cosa riporta il Gazzettino:

Era lui che qualche volta è tornato a casa con un occhio nero perché lei lo picchiava. Tutte le volte lui tornava a casa con occhi neri e graffi, non era solo qualche occasione, ma la vittima era solo lei… l’amore è cieco, non vede personalità ne niente, lui era innamorato, per quello non lo condanno mio figlio.

Condanna

Al momento Valentina Boscaro è stata condannata dal Tribunale di Padova agli arresti domiciliari con l’applicazione obbligatoria del braccialetto elettronico.

Tutta la storia

Mattia Caruso – 30 anni – è stato trovato agonizzante in una pozza di sangue nella notte del 25 settembre ad Abano Terme. A dare l’allarme era stata proprio la sua fidanzata Valentina, in stato di forte shock. Il giovane è poi morto poco dopo all’Ospedale di Padova: a ucciderlo sarebbe stata una coltellata sferrata proprio all’altezza del cuore. Secondo il racconto della Boscaro, Caruso sarebbe stato sotto l’effetto di stupefacenti; inizialmente la ragazza ha raccontato che il suo fidanzato era stato accoltellato da un altro uomo nel parcheggio di un locale di Montegrotto e che poi – ferito – aveva guidato fino ad Abano per poi accasciarsi stremato dal dolore.

Famiglia

I fratelli di Valentina Boscaro hanno telefonato ai fratelli di Mattia Caruso, dopo il funerale di quest’ultimo. Nonostante il delicatissimo momento, però, la famiglia del ragazzo assassinato ha apprezzato il gesto da parte dei familiari dell’omicida:

Loro non c’entrano, stanno soffrendo. Non abbiamo nulla contro la famiglia di questa ragazza, non è colpa dei parenti di Valentina. Non so se sia peggio avere un fratello morto o una sorella assassina.

Il padre di Mattia, però, non riesce a spendere belle parole per l’assassina di suo figlio. Così, parlando di Valentina ha dichiarato quanto segue:

È una manipolatrice, sapeva bene come abbindolare mio figlio al punto da fargli abbandonare la famiglia e il cane. A me dispiace per la famiglia di Valentina, lo dico veramente, perché io ho una famiglia e so cosa vuol dire. È meglio che Valentina non veda più sua figlia, perché è pericolosa. Non è un essere umano: è un diavolo, in dei momenti si trasformava, quindi o è pazza o è satanica. Avere il barbaro coraggio di fare quello che ha fatto lei, non è umano.

Figlia

Valentina Boscaro, con il passare dei giorni, si rende sempre più conto di cosa abbia fatto a Mattia Caruso. La ragazza, nelle ultime ore, è scoppiata in lacrime al pensiero di non rivedere più sua figlia, una bambina avuta da una precedente relazione:

Non rivedrò più mia figlia.

La bimba, che oggi ha 6 anni, è stata consegnata alla custodia del padre e sarà difficile che possa incontrare nuovamente sua madre, anche se al momento per la ragazza sono stati disposti gli arresti domiciliari. Il Tribunale dei Minori di Venezia si sta occupando del caso, per capire se e come organizzare futuri incontri fra mamma e figlia. Per il momento Valentina Boscaro rischia dai 14 anni di carcere all’ergastolo. 

Le dinamiche dell’assassinio

La condanna della ragazza dipenderà da quanto potrà emergere dall’inchiesta e dal processo: secondo quanto raccontato dall’assassina, infatti, Mattia Caruso guidava a forte velocità strattonandola dagli slip. Il ragazzo è stato poi colpito al cuore da un solo fendente risultato fatale e questo lascerebbe dei dubbi sul fatto che sia riuscito ad accostarsi in una piazzola senza sbandare. Al momento non sono state trovate altre ferite che giustificherebbero una difesa personale durante una lite poi sfociata in un’aggressione fisica.

Seguici su Instagram cliccando QUI!