Forlimpopoli, Daniele morto suicida e l’uomo di 64 anni che si fingeva la sua fidanzata Irene: tutta la storia, cosa è successo, cosa c’entrano Le Iene

Daniele è morto suicida a Forlimpopoli in seguito a una truffa sentimentale online. Chi c'era dietro al raggiro? Cosa è successo?

A Forlimpopoli si è consumata una tragedia che ha portato al suicidio di un 24enne di nome Daniele. Il giovane, venuto a mancare lo scorso anno, ha preso tale estrema decisione quando si è reso conto di essere stato raggirato: da oltre 365 giorni, infatti, stava chattando con una bellissima ragazza, Irene, di cui era innamorato e che riteneva essere la sua fidanzata. Peccato che la giovane fosse, in realtà, solo un profilo social creato da Roberto Zaccaria, un 64enne che viveva in un paese vicino. Anche l’uomo, una volta che la vicenda è stata resa pubblica, ha deciso di togliersi la vita. Andiamo a scoprire insieme i dettagli di questa tragica vicenda.

Leggi anche: Forlimpopoli, Daniele morto suicida: cosa è successo? Cognome, finta chat, Irene, Le Iene, chi era l’uomo che si fingeva la sua ragazza

Forlimpopoli, Daniele morto suicida e l’uomo di 64 anni che si fingeva la sua fidanzata Irene: tutta la storia

Daniele è il 24enne di Forlimpopoli morto suicida l’anno scorso quando si è scoperto raggirato tramite truffa sentimentale online da un uomo di 64 anni che fingeva di essere la sua fidanzata Irene. Qui di seguito, tutta la storia portata alla luce in questi giorni da un servizio de Le Iene realizzato da Matteo Viviani.

Cosa è successo

Daniele, il 24enne morto suicida a Forlimpopoli, si era innamorato di Irene, una splendida ragazza conosciuta sui social. Tra i loro profili, nel corso di un anno, c’è un fitto scambio di 8000 messaggi. Negli stralci di chat che sono stati resi pubblici, è evidente come Daniele fosse perso per lei, arrivando a dichiararle il proprio amore pur non avendola mai vista di persona. Purtroppo, “Irene” era solo un personaggio di fantasia, l’avatar di un 64enne che viveva in un paese vicino e che si divertiva a circuire il giovane fino a fargli perdere la testa. Fino a che un giorno la copertura dell’uomo, Roberto Zaccaria, saltò, Daniele realizzò il raggiro di cui era stato vittima e decise di togliersi la vita. I genitori lo ritrovarono impiccato in soffitta senza un perché (nulla sapevano della “relazione” online del figlio). Una volta scoperta la vicenda, si sono rivolti alla giustizia ma il risultato si è rivelato ridicolo: Zaccaria è stato condannato a una sanzione pecuniaria di poco più di 800 euro per il reato di sostituzione d’identità. Allora, la mamma e il papà di Daniele si sono rivolti a Le Iene.

Cosa c’entrano Le Iene

Daniele, il 24enne morto suicida a Forlimpopoli,  è stato vittima di una truffa sentimentale online operata dal Roberto Zaccaria, 64 anni, che per un anno si era finto la fidanzata del giovane. In questi giorni, la storia di Daniele è stata raccontata da un servizio de Le Iene realizzato da Matteo Viviani. A una settimana dalla messa in onda, Zaccaria si è a sua volta tolto la vita. A rinvenirlo deceduto nella propria abitazione, l’anziana madre che viveva con lui, seppur costretta sulla sedia a rotelle. Sembra che la causa della morte sia stata un’overdose di farmaci.

Seguici su Instagram cliccando QUI!