Eleonora Chiavarelli, tutto sulla moglie di Aldo Moro: quello che c’è da sapere

Eleonora Chiavarelli è stata la moglie di Aldo Moro, lo statista e politico italiano ucciso nel 1978 dalle Brigate Rosse

Eleonora Chiavarelli è stata la moglie amatissima di Aldo Moro, due volte Premier italiano e Presidente della Democrazia Cristiana, ucciso nel 1978 dalle Brigate Rosse. Di seguito entriamo nella sua vita per scoprire alcuni dettagli.

Leggi anche: Esterno notte, Fabrizio Gifuni è l’attore che fa Aldo Moro: scopriamo tutto su di lui!

Chi era Eleonora Chiavarelli, la moglie di Aldo Moro?

Moglie di Aldo Moro, Elena Chiavarelli è stata una donna tenace, capace di bussare a tutte le porte, nel tentativo di salvare la vita del marito. Sposati il 5 aprile 1945, avevano in comune prìncipi di fede e amore verso la famiglia. Dopo l’agguato del 16 marzo 1978, che ha provocato l’uccisione dei cinque uomini della scorta e il sequestro del Presidente della Democrazia Cristiana, la signora Moro, conosciuta come persona riservata, riuscì a mostrarsi decisa e determinata. La sua composta fermezza è arrivata persino al papa del tempo, Paolo VI, che ha scritto una lettera toccante rivolta alle Brigate Rosse affinchè liberasse Moro:

uomo buono e mite.

A un certo punto Eleonora ha pensato di aver trovato uno spiraglio di speranza in quanto alcuni personaggi politici italiani sembrava volessero percorrere una via per trattare con i brigatisti sulla liberazione di suo marito. Quando però il 9 maggio del 1978, dopo ben cinquantacinque giorni di prigionia, Aldo Moro venne trovato morto in via Caetani, Eleonora ha iniziato una dura protesta contro i sostenitori della linea della fermezza nelle trattative con le Brigate Rosse, in particolare il segretario della Democrazia Cristiana, Benigno Zaccagnini, l’allora Premier, Giulio Andreotti, e il ministro dell’Interno, Francesco Cossiga. Per protesta ha partecipato ai funerali degli uomini della scorta, uccisi nell’agguato delle Brigate Rosse in via Fani, ma ha rifiutato, ancora con maggiore fermezza, quelli di Stato per il marito.

Lei e i figli hanno organizzato una cerimonia funebre privata a cui sono stati presenti soltanto un piccolo numero di persone, tra familiari e amici, il 10 maggio. Aldo Moro è stato sepolto a Torrita Tiberina, vicino a Roma. Da quel momento Eleonora Chiavarelli ha deciso di vivere a Montemarciano, nel Santuario di NS dei Lumi di Alberici.

Età quando è morta

Eleonora Chiavarelli, moglie di Aldo Moro, aveva 95 anni quando è morta, il 17 luglio 2010.

Data di nascita di Eleonora Chiavarelli

Era nata nel 1915 a Montemarciano, in provincia di Ancona.

Dove è sepolta?

La moglie di Aldo Moro è sepolta a Torrita Tiberina, vicino alla tomba del marito.

Marito

Eleonora Chiavarelli aveva sposato Aldo Moro il 5 aprile 1945. A lei, il presidente della Democrazia Cristiana aveva indirizzato alcune delle ottantasei lettere scritte mentre era prigioniero delle Brigate rosse. In una ha scritto:

Ti abbraccio forte, Noretta mia, morirei felice se avessi il segno della vostra presenza, sono certo che esiste, ma come sarebbe bello vederla.

Questa lettera, ritrovata solo anni dopo che Aldo Moro era stato ucciso, non è mai stata mai consegnata dalle Brigate Rosse.

Figli

Dal matrimonio con il Presidente della Democrazia Cristiana sono nati quattro figli: Maria Fida (1946), Anna (1949), Agnese (1952) e Giovanni (1958).

Malattia

Eleonora è morta naturalmente, all’età di novantacinque anni. I suoi funerali si sono svolti a Torrita Tiberina, il paese dove è sepolto suo marito, ex leader democristiano. La donna è venuta a mancare nella sua abitazione romana, chiudendo una storia poco conosciuta ma profondamente intensa tra i due.

FOTO

Nel web non è possibile reperire immagini della vedova di Aldo Moro. Vi lasciamo di seguito, invece, una bella foto del marito, dove appare solare e accogliente, da Presidente della Democrazia Cristiana, verso Enrico Berlinguer, leader del Partito Comunista Italiano. In questa immagine c’è l’essenza della figura di Aldo Moro.

Come sarebbe oggi l’Italia se quel 16 marzo 1978 non ci fosse mai stato? Con molta probabilità diversa.

Per non perdere nessun aggiornamento su questo e altro ancora, puoi seguire DonnaPOP cliccando direttamente QUI.