Sanremo 2023, Levante e la polemica inutile contro i giornalisti: canzone non compresa o pretesto per parlare di sé?

Levante e quella polemica (priva di fondamento) contro i giornalisti che hanno recensito i brani di Sanremo: un bel tacer non fu mai scritto!

Levante, in gara a Sanremo 2023 con il brano Vivo, ha pubblicato una story su Instagram in cui, nemmeno trovo velatamente, accusa i giornalisti di non aver compreso il significato del suo brano. Ma la verità è molto diversa: il significato è stato capito eccome!

Leggi anche: Levante cantante: avete mai visto sua figlia Alma Futura?

Vediamo un po’ quello che è successo ieri, 16 gennaio: i giornalisti delle maggiori testate italiane hanno ascoltato, in anteprima assoluta, i brani di Sanremo 2023 e ognuno di loro ne ha dato un giudizio. Più che buone le opinioni su Vivo, pezzo che Levante presenterà sul palco dell’Ariston a partire dal 7 febbraio 2023. Eppure, la cantante – su Instagram – ha accusato i giornalisti di aver “frainteso” il significato della sua canzone. Tuttavia, non è così e le pagelle pubblicate ne sono la prova.

Levante e l’accusa ai giornalisti: «Vivo non parla d’amore, ma di depressione»

Come accennato, dopo la pubblicazione di tutti i giudizi dei giornalisti a proposito dei brani di Sanremo, Levante ha pubblicato una story su Instagram in cui ha detto quanto segue:

Stavamo discorrendo con Alma (figlia dell’artista, ndr) del fatto che c’è una sorta di fraintendimento, poi non è che il testo di Vivo lasci spazio a fraintendimenti. Leggo «Festival fa rima con amore» e c’è la mia faccia tra le altre. Vivo non parla d’amore, ma di depressione. Spero che si capisca il senso del brano. Va be’, sono uscite le prime pagelle e sono tipo ok (faccia perplessa, ndr).

La polemica di Levante a proposito di presunti fraintendimenti appare del tutto pretestuosa, perché i commenti al suo brano parlano tutti di una canzone coraggiosa, che parla di un tema importante e senz’altro nuovo: la depressione post-partum. Nessuno ha frainteso in alcun modo il significato di Vivo e nessuno ha detto che si tratti di un pezzo d’amore. Che sia stata Levante a fraintendere i giornalisti?

Una polemica inutile: i social fanno davvero bene agli artisti?

Una polemica sterile, dicevamo, che non fa certamente bene a Levante, che appare del tutto fuori luogo nel suo attacco ai giornalisti. Che senso ha dire che il suo brano sia stato frainteso semplicemente perché qualche magazine ha inserito la sua foto tra quelle dei concorrenti in gara e l’ha accostata a un titolo generico, che riassume il tema più gettonato tra tutti i pezzi di Sanremo?

Qual è, dunque, la verità? Vivo è stata davvero poco compresa o Levante voleva semplicemente sottolineare il tema scelto per il suo ritorno all’Ariston? Di certo non ci ha fatto una bella figura, perché ha accusato i giornalisti di quello che, alla fine, ha fatto solo lei: fraintendere.

Levante, a volte è meglio lasciar parlare la musica, non credi?