2 '  
Categorie Programmi TV

Scandalo a Mattino 5: «Amo un bimbo di 14 anni», è bufera

Nei giorni scorsi, si è molto parlato di una donna di 39 anni che è rimasta incinta in seguito ad una relazione con il proprio alunno, un ragazzino di 14 anni. Oggi, a Mattino 5, Federica Panicucci ha affrontato l’argomento con i suoi ospiti. Una di loro, l’attrice e conduttrice Emanuela Tittocchia, ha rivelato: «Amo un bimbo di 11 anni». È bufera.

Le parole di Emanuela Tittocchia

L’attrice, ospite di Mattino 5, ha rivelato di aver perso la testa, metaforicamente, per un ragazzino di 14 anni, il figlio del suo parrucchiere. Quando l’ha conosciuto, ne aveva solo 11. Ecco cosa ha detto davanti ad una Federica Panicucci incredula:

È molto difficile per me parlare di questa cosa e spesso mi hanno detto cose pesanti… Però io ho conosciuto il figlio del mio parrucchiere e mi sono in un certo senso innamorata di questo bambino di 11 anni. Ho sempre dormito con lui e quello che mi piace di lui è che mi fa divertire. Abbiamo fatto delle vacanze insieme, non c’è nessuna complicazione, lui è il mio uomo ideale, puro, divertente…

Ma non solo, la Tittocchia, nel tentativo di giustificare il suo rapporto con il ragazzino, ha peggiorato la situazione:

So che è difficile, i suoi genitori sono tranquilli ma quando ho sentito dire a lui delle cose sulla sfera sessuale, ho fatto tanti passi indietro. Lui ora parla di questo argomento come di un adulto e quindi ho un po’ frenato. Noi non ci vediamo in quel modo…

Tutti sotto shock

Di fronte alle parole di Emanuela Tittocchia, tutto il pubblico in studio e gli ospiti si sono dimostrati inorriditi. Tra tutti, Enrico Silvestrin ha preso la parola e ha affermato quanto segue:

Io credo che le domande bisognerebbe farle ad un analista per chiedere perché una persona adulta si senta così vicino all’adolescente

Verranno presi provvedimenti dopo quello che è successo in trasmissione? Staremo a vedere. Intanto la notizia sta iniziando a circolare sul web e gli utenti dei social si dicono sconvolti per quello che è stato detto.

Partecipa alla discussione...

Il tuo indirizzo email non verrà reso pubblico. Campi obbligatori*