Elena Santarelli: «Ho visto il tumore di mio figlio, mi chiedevano “Sei pazza?”»

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Elena Santarelli, in una lunga intervista nel programma "Non disturbare" di Paola Perego, ha fatto delle rivelazioni toccanti sul figlio...

Elena Santarelli è stata ospite nella prima puntata della seconda edizione di Non Disturbare, il programma di interviste condotto da Paola Perego. Durante la chiacchierata con la conduttrice, ha parlato di sé, della sua storia d’amore con Bernardo Corradi e della dura battaglia del figlioletto Giacomo.

Le toccanti rivelazioni di Elena Santarelli

Elena Santarelli si è raccontata a cuore aperto: ospite di Paola Perego a Non disturbare, ha deciso di non tralasciare nulla della sua storia privata e professionale, così ha parlato della tua carriera e dei pregiudizi che ha dovuto vincere, del suo matrimonio con il calciatore Bernardo Corradi, ma anche del piccolo Giacomo, il primogenito della coppia, che un anno e mezzo fa ha scoperto di avere un tumore cerebrale. Ecco cosa ha raccontato Elena:

Metaforicamente parlando è come se si stesse giocando una partita di calcio. Poi ci sono altri tantissimi piccoli tempi supplementari da vincere (…) I dottori hanno detto che sei in follow up, però per i prossimi cinque anni e per altri anni seguiranno dei controlli in cui si spera che non si ripresenti più quella cosa lì. Quando a volte diciamo ai nostri figli «Ti proteggerò da tutto e tutti», in parte è un po’ una bugia, perché non può essere vera questa cosa

Poi, Elena si è lasciata andare a una rivelazione inedita: ha chiesto di poter vedere il tumore di Giacomo:

Ho visto il tumore che Giacomo aveva, l’ho visto in fotografia. Quando l’ho chiesto all’oncologa mi ha detto: «Ma sei pazza?». Io ho detto «Sì, perché mi manca un pezzo di questo puzzle, ho tutti i personaggi e mi manca il mostro cattivo». Me lo immaginavo diversamente, era orrendo. Però una volta che l’ho visto mi sono data pace

La Santarelli, nella lunga chiacchierata con la Perego, ha raccontato anche i momenti di sconforto, la paura, le lacrime versate di nascosto dal figlio. Tanti sono stati i momenti in cui ha temuto il peggio, ma non si è mai arresa. Queste le parole con cui ha concluso l’intervista:

Alla fine abbiamo vinto noi!

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Classe 1984, laureata in comunicazione d'impresa, da sempre appassionata di capelli. Sempre al passo coi tempi, ama seguire le ultime tendenze in fatto di bellezza.