3 '  
Categorie Gossip

Mara Maionchi si scusa con Arisa: «Non volevo offendere»

È recentissimo lo scontro fra titani che vede al centro della polemica la discografica Mara Maionchi e la cantante Arisa. L’irriverente giudice di Xfactor avrebbe detto che la canzone La Notte – bellissima e profonda – sarebbe in realtà un brano per depresse. Inutile dire che le fan della cantante potentina si sono indignati a morte e non hanno lasciato possibilità di replica alla Maionchi. Oggi, però, la discografica vuole chiedere scusa.

Mara chiede scusa

Ai microfoni della trasmissione radio Miseria e Nobiltà su RTL 102.5, Mara Maionchi ha voluto contestualizzare la sua critica:

Mi è dispiaciuto molto, mi dispiace. Io non volevo assolutamente. Figuriamoci se mi metto a parlare male di una canzone così bella e così ben cantata da Arisa. La canzone in questione era La notte. L’unica cosa che trovavo un po’ eccessiva è che a cantarla fosse un ragazzo di 17 anni, maschio, che di solito sono più indietro delle donne di quell’età, come maturazione intendo. Il testo non lo trovavo molto adatto a lui nel modo di poterlo raccontare al meglio. La canzone è bellissima e cantata da Arisa in maniera fantastica. Unica cosa è che il testo ad un ragazzo di 17 anni l’ho trovato un po’ prematuro.

E poi continua:

Tratta temi importanti come la depressione, la solitudine e per un ragazzino di quell’età si spera non sia ancora nella condizione di provare ciò. Io non ho attaccato nessuno, né lei né la canzone, che sono inattaccabili. Ho solo detto che mi sembrava prematuro per un ragazzo così giovane che fosse già in una condizione di avere dei pensieri e dei perché la notte. Tutto lì. Non c’è dubbio sul fatto che la mia uscita sia stata mal interpretata, ma non potrei mai parlare male dell’esibizione di Arisa su La Notte in generale. Lei è bravissima e la canzone è un grande pezzo per me.

Senza timore di esser ancora una volta fraintesa ha aggiunto anche:

Chiedo scusa se ha mal interpretato le mie parole. Ribadisco: mi sono adeguata solamente al fatto del testo che per un ragazzino così giovane mi sembrava sbagliato. Senza toccare assolutamente La notte, perché è un pezzo bellissimo e lei ha una voce straordinaria. Arisa poi è una bravissima ragazza. Magari le sono state riferite male le mie parole. Mi è parso solo che il giovane non sia entrato nel pieno della canzone.

Non c’è dubbio che Mara Maionchi abbia spiegato a dovere il perché della sua uscita sulla canzone e ci auguriamo che tutti abbiano capito il vero intento della sua critica. Nel frattempo, attendiamo una replica di Arisa.