Fiordaliso shock: «Volevo che il Covid venisse a prendermi»

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Fiordaliso è tornata a parlare del suo dramma personale: il dolore della perdita di sua madre è ancora vivido.

Torniamo a parlare del dramma di Fiordaliso; purtroppo durante questa emergenza sanitaria, tutta la sua famiglia ha contratto il CoronaVirus. Suo padre, fortunatamente, è riuscito a scamparla, sua madre invece no. Fiordaliso è guarita da sola, ma il dolore per la perdita di una parte così importante di lei è ancora vivido.

Fiordaliso parla del suo dolore

Fiordaliso ricorda perfettamente il momento in cui le hanno detto che sua madre era venuta a mancare:

Quando avevo mia madre e mio padre in ospedale e io a casa da sola malata, debole e con la febbre. Non me ne fregava più niente di vivere. Quando è morta mia madre avevo voglia che mi venisse a prendere, a portarmi via con lei.

Il suo rammarico, poi, è quello di non esserle potuta rimanere accanto prima che morisse. Ma del funerale, dice, non le importa:

l funerale è per i vivi, me ne fotto. Tutti moriamo, io, magari, morirò domani. Lei aveva 85 anni. Mi ha fatto andare fuori di testa non averla accompagnata negli ultimi istanti, non averla confortata. Io mi sono sentita una mamma schifosa, voler lasciare questa terra, ma poi pensavo: sono due figli grandi, si arrangeranno. Brutto a dirsi, ma è così.

Grazie all’allentamento delle restrizioni, oggi Fiordaliso può rivedere i suoi cari:

Non era più vita. Sono stata due mesi senza rivedere i miei figli. A mia nipote Rebecca raccontavo le fiabe via WhatsApp. Non ne potevo più.

Per fortuna, anche se senza un pezzo, le cose stanno tornando alla normalità.

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Classe 1992, grazie ai pomeriggi passati insieme alla nonna a guardare i talk show degli anni Novanta, si è appassionata al gossip e alla tv