Paolo Brosio al Gf VIP 5

Paolo Brosio torna a parlare della sua conversione: «Durante un’orgia ho sentito una voce…»

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Paolo Brosio è ormai un uomo di fede e fedele opinionista di Barbara D’Urso; nel periodo di lockdown il giornalista ha espresso il suo parere sulla chiusura delle chiese, ma le sue opinioni sono state spesso criticate. Brosio ha rilasciato un’intervista a Libero per chiarire il suo punto di vista e raccontare come sia avvenuta la conversione.

Le parole di Paolo Brosio

Ecco cosa ha dichiarato il giornalista:

Arrivavo da grandi sofferenze, la perdita di mio padre, l’incendio del Twiga, la separazione dalla mia seconda moglie. Poi una nottata matta. Ero a Torino dove facevo le dirette della Juve, lavoravo a Mattino 5 e a Pomeriggio 5. Siamo tutti a casa mia. Sento una voce che dice Paolo, devi smettere. Erano le tre e mi sono messo a recitare l’Ave Maria. Ho cacciato tutti di casa e ho pregato.

E poi aggiunge:

Non sono un robot. Ma non è che non pratico dal 2008, sono un peccatore e ogni volta affronto la questione con il mio confessore; se dovessi andare in Cielo vorrei presentarmi pentito. Non sono un santo. Ci si può anche amare solo spiritualmente, perché strapazzare sempre il povero corpo.

L’importante è trovare la propria dimensione nelle cose e quanto pare Paolo Brosio ci è riuscito!

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Classe 1992, grazie ai pomeriggi passati insieme alla nonna a guardare i talk show degli anni Novanta, si è appassionata al gossip e alla tv