Justin Bieber accusato di stupro: le parole del cantante

Justin Bieber è stato accusato di stupro da due fan: il cantante ha replicato su Twitter dimostrando la sua innocenza.

Justin Bieber è acclamatissimo dalle sue fan, ma qualcuna esagera. Il cantante pop è stato accusato di aver abusato di alcune ragazze nel lontano 2014; l’accusa è stata mossa su Twitter e l’ex fidanzato di Selena Gomez ha replicato dichiarando che si batterà fortemente contro chiunque dica falsità di questo genere.

Leggi anche: Cole Sprouse arrestato a Santa Monica: ecco cosa è successo all’attore di Riverdale

Justin Bieber accusato di stupro: il caso

Sono tanti, comunque, gli utenti che si sono schierati dalla parte del cantante, giudicando assolutamente false le accuse a suo carico. Ma andiamo con ordine: nella giornata di sabato, una ragazza di nome Danielle ha dichiarato di esser stata violentata dal cantante nel 2014, nella sua stanza del Four Season Hotel. L’abuso si sarebbe consumato dopo un evento al Banger’s Sausage House and Beer Garden ad Austin, in Texas. La ragazza ha anche citato espressamente il giorno della violenza: parliamo del 9 marzo 2014.

Danielle ha aggiunto crudi dettagli di quella notte, sostenendo di aver avuto 21 anni all’epoca dello stupro. In quel periodo Justin Bieber faceva coppia fissa con Selena Gomez, sua storica fidanzata. Il tweet della ragazza che accusa il cantante arriva lapidario e tagliente:

Sono stata sessualmente abusata da Justin Bieber.

A rispondere a questa frase c’è Kadi che muove simili accuse contro la popstar, sostenendo di essere stata violentata da lui il 4 maggio del 2015 nonostante chiedesse pietà e fosse contro i rapporti sessuali prima del matrimonio. Entrambe le presunte vittime hanno dichiarato di non averne parlato prima a causa dell’imbarazzo provocato da questi eventi. Kadi ha poi twittato:

Sono rimasta in silenzio fino allo scorso anno, nel 2017, quando ho visto il movimento “me too”,” ha scritto, condividendo gli screenshot delle sue conversazioni con altri relativamente al presunto stupro.

Justin Bieber risponde alle accuse

Il cantante, comunque, non è rimasto con le mani in mano e ha deciso di rispondere. Sul suo profilo Twitter, Justin Bieber ha postato diverse prove che confermerebbero la sua innocenza, fra cui mail e conversazioni che riportano la stessa data delle violenze, ma che localizzano il cantante in ben altre sistemazioni o città. Bieber infatti, dopo l’evento tenutosi in Texas, non ha alloggiato al Four Season, bensì in un Air Bnb insieme alla Gomez e altri amici.

Tuttavita Justin Bieber lo dice chiaro e tondo:

I rumors sono rumors, ma le accuse di violenza sessuale sono cose che non prendo tanto alla leggera. È una mancanza di rispetto anche nei confronti di chi affronta problemi reali di questo genere ogni giorno.

E poi continua:
Ogni accusa di violenza sessuale deve essere presa seriamente ed è per questo che ho deciso di rispondere alle accuse mosse contro di me. Questa storia è falsa e proprio questo motivo lavorerò con Twitter e le autorità per prendere provvedimenti legali.
Esattamente come ha detto il cantante: ci sono persone, donne e uomini, che combattono contro le violenze sessuali ogni giorno e affrontano lunghe terapie per poter convivere con il dolore e gli strascichi dovuti a questi drammatici eventi. Inventare di esser stati abusati o stuprati è quanto di più meschino esiste al mondo e va punito come le violenze stesse.