fotoalbum

Ripensiamo ai ricordi più cari con un fotoalbum

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Un fotoalbum, o fotolibro, non è altro che la versione moderna di una vecchia stampa da rullino. Per decenni è stata prassi comune immortalare i momenti più importanti della vita con le foto, consegnare i rullini ad un fotografo e farne copiare le immagini da distribuire agli amici o ai familiari. Quanti di noi hanno ancora in casa un album di una cerimonia o un compleanno? E quanti si emozionano risfogliandolo?

Vediamo insieme come è possibile stampare un fotoalbum dall’aspetto più moderno e con un costo contenuto!

La scelta delle immagini

Iniziamo ovviamente raccogliendo le fotografie che vogliamo stampare. Possiamo ripercorrere diversi archi storici. Alcune delle scelte più fatte sono:

  • Il primo anno di vita di un bambino
  • Le migliori fotografie scattate durante una festa di compleanno, un matrimonio, una laurea
  • Le foto più buffe di un gruppo di amici
  • Gli scatti legati ad un viaggio o una vacanza
  • Gli scatti più riusciti per un’attività professionale (per esempio i migliori ritratti)

Ma le possibilità sono virtualmente infinite.

Cerchiamo di assicurarci di scegliere immagini con la stessa risoluzione: sarà decisamente più semplice comporre il fotoalbum e uniformare la qualità degli scatti.

Il posizionamento delle immagini nel fotoalbum

Scelte le immagini che vogliamo stampare passiamo a comporre le singole pagine del fotoalbum.

Non servono enormi competenze di grafica o di impaginazione: la maggior parte dei siti che si occupano di stampe digitali forniscono layout pre-impostati, più o meno personalizzabili, e lasciano “sfogliare” virtualmente il foto libro prima di ordinare la stampa. Fino a quel momento è sempre possibile apportare modifiche, sostituendo le foto o cambiando la posizione.

Di solito viene consigliato di mantenere una certa uniformità tra le pagine. I modi più semplici sono:

  • Posizionare le foto in ordine cronologico
  • Creare delle sezioni a seconda dei protagonisti dello scatto (prima tutte le foto con il padre, poi tutte quelle con la madre, poi tutte quelle con i migliori amici, e così via)
  • Muoversi per rami tematici (per esempio, se si sta stampando un fotoalbum di una vacanza, raccogliere in uno stesso segmento tutte le foto scattate nello stesso museo, o nella stessa città, o tutte quelle subacquee, o ambientate in spiaggia, e così via)

Decisa l’impaginazione è sufficiente riverificare che l’album sia corretto e se lo si desidera aggiungere una stringa di testo per le immagini, come una didascalia o la data.

Ci sarà poi da valutare il tipo di carta. Generalmente quella lucida è più delicata, perché esposta alle impronte digitali durante lo sfogliare e ai graffi. La carta opaca è decisamente più resistente, ma restituisce in modo meno accurato i colori e la definizione.

E la copertina? A seconda del sito di stampa scelto ci saranno diverse possibilità tra cui scegliere: copertine morbide più leggere ma anche più fragili, rigide che proteggono meglio l’album (perfette se si desidera spedirlo ad un amico lontano per posta o con un corriere), ad anelli o spirale per un look più moderno e meno scontato.

Un’idea originale per il fotoalbum

Perché non creare un fotoalbum non solamente con le tue foto, ma con tutte quelle scattate dai tuoi ospiti? L’idea si adatta perfettamente alle celebrazioni sociali, come i ricevimenti, i compleanni, le lauree o le cerimonie.

Fatti mandare via email le foto scattate dagli ospiti, per evitare la compressione dei messaggi in chat, e usa le migliori per comporre un album da regalare. Se hai amici abili con lo smartphone o la macchina fotografica potresti anche risparmiare sul costo del fotografo e avere una collezione di ricordi decisamente più personale ed emotivamente coinvolgente!

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
DonnaPOP è un magazine al femminile, per scoprire tutte le news che riguardano il mondo del gossip, della televisione e dello spettacolo.