Paolo Sorrentino

Paolo Sorrentino / ANSA: ETTORE FERRARI

Paolo Sorrentino: età, moglie e figli, film, libri, Oscar, malattia, Instagram

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Paolo Sorrentino è un regista italiano molto apprezzato, vincitore dell’Oscar come miglior film straniero con La grande bellezza. Conosciamolo meglio.

Leggi anche: Vittorio De Sica: causa morte, quanti anni aveva, dove è nato, film, Oscar, moglie, figli, debiti

Chi è Paolo Sorrentino?

Paolo Sorrentino è un regista, sceneggiatore e scrittore italiano. Nato a Napoli, nel quartiere Vomero, a 16 anni rimane orfano di entrambi i genitori. Dopo aver studiato per alcuni anni alla facoltà di Economia e Commercio, Paolo Sorrentino, a 25 anni decide di lavorare nel mondo del cinema. In effetti è stata la fortuna sua e del grande schermo italiano: grazie a questa scelta l’Italia ha un altro regista da Oscar. Il grande cineasta è ospite al Festival di Venezia 2021 come ospite fuori gara.

Paolo Sorrentino con uno dei suoi attori prediletti, Toni Servillo / Foto: La Repubblica

Età

Paolo Sorrentino ha 51 anni:  è nato a Napoli il 31 maggio 1970, sotto il segno zodiacale dei Gemelli.

Moglie e figli

Paolo Sorrentino è sposato con la giornalista Daniela D’Antonio. La coppia ha due figli, Anna e Carlo.

Paolo Sorrentino con la moglie, la giornalista Daniela D’Antonio / Foto: Panorama

Film

Questi i film al cinema di Paolo Sorrentino come regista e sceneggiatore:

  • L’amore non ha confini (1998), cortometraggio
  • L’uomo in più (2001)
  • Le conseguenze dell’amore (2004)
  • L’amico di famiglia (2006)
  • Il divo (2008)
  • This Must Be the Place (2011)
  • La grande bellezza (2013)
  • Youth – La giovinezza (2015)
  • Loro (2018)

Anche per la televisione Paolo Sorrentino vanta una serie di successi, come regista e sceneggiatore, con le seguenti serie Tv:

  • Sabato, domenica e lunedì (2004), film TV
  • Le voci di dentro (2014), film TV
  • The Young Pope (2016), miniserie
  • The New Pope (2020), miniserie

Libri

Questi sono i libri di Paolo Sorrentino:

Romanzi

  • Hanno tutti ragione, Milano, Feltrinelli, 2010;
  • Gli aspetti irrilevanti, Milano, Mondadori, 2016.

Racconti

  • Paolo Sorrentino, Tony Pagoda e i suoi amici, Feltrinelli, 2012.

Saggistica

  • La grande bellezza. Diario del film, Feltrinelli, 2013;
  • Il peso di Dio. Il vangelo di Lenny Belardo, Einaudi, 2017.

Oscar

Il 2 marzo 2014 Sorrentino si aggiudica l’Oscar al miglior film straniero con l’opera La grande bellezza. Il regista ha ricevuto il premio da Ewan McGregor e Viola Davis e ha ritirato la statuetta insieme a Toni Servillo e Nicola Giuliano. Nelle sue prime dichiarazioni ha ringraziato gli attori, lo staff e il team di produzione del film, la sua famiglia, le città di Roma e Napoli e le sue fonti di ispirazione, rappresentate da Federico Fellini, Martin Scorsese, i Talking Heads e Diego Armando Maradona, infine ha dedicato il premio ai suoi genitori. Il 14 marzo 2014 Sorrentino ha ricevuto la cittadinanza onoraria di Roma dal sindaco Ignazio Marino, grazie all’Oscar ricevuto.

Paolo Sorrentino e il suo Oscar per La grande Bellezza / Foto: The Social Post

Il cast de La grande bellezza è stato ricevuto al Quirinale dal Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano per il successo dell’Oscar come miglior film straniero.

Sorrentino e il cast de La grande bellezza ricevuti a Quirinale dal Presidente della Repubblica Napolitano per il successo dell’Oscar / Foto: Panorama

Malattia

Non c’è una malattia da raccontare nella vita di Paolo Sorrentino, quanto qualcosa di doloroso legato ai suoi genitori. Il regista ha raccontato la sua storia a Raffaella Carrà, nel programma A raccontare comincia tu, nel 2019 su Rai 3. Sorrentino a 16 anni ha dovuto affrontare la morte dei genitori, che hanno perso la vita a causa di una perdita di gas. Un dolore grandissimo quello vissuto dal regista e soprattutto in un periodo difficile per ognuno di noi, quello dell’adolescenza. Sorrentino è stato salvato da Maradona e l’amore per il Napoli. In quel triste weekend anche lui doveva essere in quella casa insieme ai genitori, uccisi da un’incontrollata perdita di gas della stufa per il riscaldamento. Quel giorno il padre lo mandò in trasferta a Empoli come grande tifoso, partita che poi però non seguì dopo aver appreso la tragica notizia.

Toccante è quanto racconta:

A me Maradona ha salvato la vita. Da due anni chiedevo a mio padre di poter seguire il Napoli in trasferta, anziché passare il week end in montagna, nella casetta di famiglia a Roccaraso; ma mi rispondeva sempre che ero troppo piccolo. Quella volta finalmente mi aveva dato il permesso di partire: Empoli-Napoli. … Citofonò il portiere. Pensavo mi avvisasse che era arrivato il mio amico a prendermi. Invece mi avvertì che era successo un incidente. Papà e mamma erano morti nel sonno. Per colpa di una stufa. Avvelenati dal monossido di carbonio.

Instagram

Il regista de La grande bellezza non ha una pagina ufficiale su Instagram. Se non vuoi perdere nessun aggiornamento su questo e altri argomenti, segui DonnaPOP cliccando QUI.

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Curiosa per natura e appassionata di musica e cinema: scrivo per diletto e insegno per professione.