Chi è Corinne Clery? Celebre attrice di origine francese, nota anche in Italia

Corinne Clery è una celebre attrice di origine francese, nota in Italia soprattutto per i ruoli interpretati al grande schermo

Corinne Clery è una celebre attrice di origine francese, nota in Italia soprattutto per i ruoli interpretati sul grande schermo. Conosciamola meglio.

Leggi anche: Nudi per la vita nuovo programma di Mara Maionchi: di cosa si tratta? Come funziona? Chi sono i vip? Quando inizia? Canale e orario

Chi è Corinne Clery?

Attrice di origine francese, Corinne Clery è diventata famosa e apprezzata soprattutto in Italia, dove vive da tempo. Nella sua carriera ha mostrato ampia versatilità, dote che le ha permesso di mettere in mostra il suo talento in tv, al cinema e in teatro.

Quanti anni ha, età, dove e quando è nata

Corinne Cléry ha 72 anni: è nata in Francia, a Parigi, il 23 marzo 1950, sotto il segno zodiacale dell’Ariete.

Origini di Corinne Clery

All’anagrafe l’attrice francese è registrata con il vero nome di Corinne Marie Picolo.

Fidanzato attuale

Non siamo a conoscenza dell’attuale situazione sentimentale dell’attrice.

Compagno

Nel 2017 si è fidanzata con Angelo Costabile, attore e conduttore televisivo di 27 anni più giovane. La loro storia è terminata ufficialmente nel 2019, anche se non è chiaro lo stato della loro relazione.

Primo marito di Corinne Clery

Nel 1967, all’età di 17 anni, si è sposata con Hubert Wayaffe.

Figli

Dall’unione con il primo marito, è nato Alexandre Wayaffe, unico figlio dell’attrice.

Ex marito

La Cléry ha poi sposato nel 2004 l’arredatore Beppe Ercole, ex marito di Serena Grandi. La coppia è rimasta insieme fino alla morte dell’uomo, avvenuta nel 2010.

Carriera di Corinne Clery

Il suo primo film di successo è stato Histoire d’O, film erotico del 1975. Successivamente la gran parte della sua carriera cinematografica si è svolta in Italia, lavorando per lo più in film erotici e commedie, con registi di fama internazionale, come Sergio Corbucci, Salvatore Samperi, Pasquale Festa Campanile, Carlo Vanzina, Carlo Lizzani, Giorgio Capitani, Lucio Fulci.

Film

Ecco la ricca filmografia dell’attrice francese:

  • Histoire d’O, regia di Just Jaeckin (1975);
  • Natale in casa d’appuntamento, regia di Armando Nannuzzi (1976);
  • Striptease, regia di German Lorente (1976);
  • E tanta paura, regia di Paolo Cavara (1976);
  • Bluff – Storia di truffe e di imbroglioni, regia di Sergio Corbucci (1976);
  • Sturmtruppen, regia di Salvatore Samperi (1976);
  • Kleinhoff Hotel, regia di Carlo Lizzani (1977);
  • Autostop rosso sangue, regia di Pasquale Festa Campanile (1977);
  • Sono stato un agente C.I.A., regia di Romolo Guerrieri (1978);
  • L’umanoide, regia di Aldo Lado e Enzo G. Castellari (1979);
  • Moonraker – Operazione spazio, regia di Lewis Gilbert (1979);
  • I viaggiatori della sera, regia di Ugo Tognazzi (1979).

Anni Ottanta

  • Eroina, regia di Massimo Pirri (1980);
  • Odio le bionde, regia di Giorgio Capitani (1980);
  • L’ultimo harem, regia di Sergio Garrone (1981);
  • Il mondo di Yor, regia di Antonio Margheriti (1983);
  • Tutti dentro, regia di Alberto Sordi (1984);
  • Giochi d’estate, regia di Bruno Cortini (1984);
  • Yuppies – I giovani di successo, regia di Carlo Vanzina (1986);
  • Via Montenapoleone, regia di Carlo Vanzina (1986);
  • Il miele del diavolo, regia di Lucio Fulci (1986);
  • Rimini Rimini – Un anno dopo, regia di Bruno Corbucci (1988);
  • La partita, regia di Carlo Vanzina (1988).

Anni Novanta

  • Occhio alla perestrojka, regia di Castellano e Pipolo (1990);
  • Vacanze di Natale ’90, regia di Enrico Oldoini (1990);
  • Per sempre, regia di Walter Hugo Khouri (1991);
  • Tramonti fiorentini/28º minuto, regia di Gianni Siragusa (1991);
  • Non chiamarmi Omar, regia di Sergio Staino (1992);
  • Donna di cuori, regia di Luciano Crovato e Lina Mangiacapre (1994).

Dal Duemila in poi

  • Alex l’ariete, regia di Damiano Damiani (2000);
  • Prigionieri di un incubo, regia di Franco Salvia (2001);
  • Il diario di Matilde Manzoni, regia di Lino Capolicchio (2002);
  • Il peso dell’aria, regia di Stefano Calvagna (2008);
  • Ti stramo – Ho voglia di un’ultima notte da manuale prima di tre baci sopra il cielo, regia di Pino Insegno e Gianluca Sodaro (2008);
  • Attesa e cambiamenti, regia di Sergio Colabona (2016);
  • Oltre la nebbia – Il mistero di Rainer Merz, regia di Giuseppe Varlotta (2018);
  • W gli sposi, regia di Valerio Zanoli (2019);
  • Free – Liberi, regia di Fabrizio Maria Cortese (2020);
  • Ritorno al crimine, regia di Massimiliano Bruno (2021);
  • Io e Angela, regia di Herbert Simone Paragnani (2021).

Malattia

All’età di quindici anni Corrine ha avuto un terribile incidente, quando un suo fidanzato geloso le ha lanciato un petardo contro un occhio. Lei stessa ha dichiarato a Io e te che ha difficoltà a vedere bene.

Dove vive Corinne Clery

Sappiamo che in passato l’attrice ha avuto la residenza in Polinesia e ha poi vissuto a Roma. Attualmente non siamo a conoscenza del luogo in cui dimora Corinne.

Patrimonio

Non è noto l’ammontare del patrimonio dell’attrice francese.

Barbara Bouchet

Con Barbara Bouchet, anche lei icona sexy della commedia italiana degli anni Ottanta, Corinne Clery ha ricevuto il premio di Suocera dell’anno 2015. La premiazione è avvenuta nell’Astigiano, a Rocchetta Tanaro, nell’ultimo fine settimana di settembre, in occasione della seconda edizione della Festa della Suocera, nata da un’idea del noto produttore astigiano delle lingue di suocera, il celebre biscotto piemontese.

Alessandro Borghese

Pur essendo piuttosto amica con Barbara Bouchet, Corinne non ha alcun legame di parentela con suo figlio Alessandro Borghese. Forse il fatto di aver ricevuto insieme nel 2015 il premio di Suocera dell’anno ha fatto confondere qualcuno, pensando a un’eventuale collegamento tra i due?

Instagram

Cerchi Corinne Clery su Instagram? Trovi la pagina ufficiale dell’attrice cliccando direttamente QUI.