Francesco Sarcina e Riccardo Scamarcio

Francesco Sarcina: «Mia moglie mi ha tradito con Riccardo Scamarcio»

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Francesco Sarcina, leader de Le Vibrazioni, oggi è un uomo devastato, perché in un attimo ha perso la sua donna e il suo migliore amico: il cantante, infatti, ha rivelato che sua moglie l’ha tradito con Riccardo Scamarcio, che è stato anche il loro testimone di nozze.

Il dolore di Francesco Sarcina

Il dolore è insopportabile. Anche a distanza di mesi, Francesco Sarcina non riesce a superare la sofferenza per la perdita, in contemporanea, della moglie, l’influencer Clizia Incorvaia, e del suo migliore amico, l’attore Riccardo Scamarcio. Un momento molto difficile, che il cantante di Vieni da me ha voluto raccontare con queste parole:

Quando mia moglie mi ha confessato di avermi tradito con Scamarcio, mi ha devastato. Riccardo è stato il mio testimone di nozze, un amico, un fratello. Mi sono sentito pugnalato ovunque. Odio chi parla dei cavoli propri, però la notizia è uscita e ha destabilizzato tanti che mi vogliono bene, perciò mi sento di dover chiarire, ora e poi mai più. L’episodio con Riccardo risale a mesi fa, è isolato ed è stata lei a confessarmelo. Fine. Clizia resta la donna che mi ha dato una figlia meravigliosa e che ho profondamente amato, la donna che ho deciso di sposare con una cerimonia all’americana da pazzi, perché il mio era un amore pazzesco

La coppia è stata sposata per tre anni ed ha una figlia, Nina, nata nel 2015. Sarcina, tuttavia, ha voluto raccontare anche com’è avvenuta la confessione dell’ormai ex moglie:

Eravamo in macchina. Giuro, ho vomitato. Sono sceso e ho iniziato a disperarmi peggio di quando ho perso mio padre. Papà era malato, me l’aspettavo. Ma questa non potevo aspettarmela. Ho rivisto i momenti in cui, con Riccardo, mangiavamo insieme con le rispettive compagne. È stato un trauma che sto curando e ora la pubblicità ha riaperto la ferita. Sono un cretino così innamorato che poi ho cercato di perdonarla e darle delle ragioni. Dopodiché, mi sono reso conto che non mi sarei comportato come loro. Riccardo è il mio migliore amico da quindici anni, abbiamo giurato fedeltà davanti a Dio e a lui

Ora che la storia è finita, Francesco ha delle priorità:

A me interessa solo pensare ai figli: a Nina, e al primo, Tobia, che ha 12 anni. Voglio dedicarmi a loro e al lavoro. Mi sono sempre fatto un mazzo così per lavorare in situazioni difficili: per dieci anni, da figlio unico, sono stato vicino a mio padre paralizzato per un ictus. Non mi farò abbattere adesso. E poi le sofferenze sono materiale buono per scrivere canzoni. In questi mesi ho scritto canzoni abbastanza trucide su quando non puoi fare a meno di una persona. Per fortuna, ora, sono in tour con amici amorevoli. La notte fatico ancora a dormire. Poi mi dico che nell’universo, in un modo o nell’altro, è tutto già a posto

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Editoria e Giornalismo, ha cercato di unire le sue passioni al lavoro, che l'hanno portata ad occuparsi di raccontare storie che vi faranno appassionare. Curiosa ed eclettica, non può vivere senza il suo lago.