Gabriel Garko gay famiglia

Gabriel Garko è gay, la famiglia sapeva tutto: «mi hanno coperto»

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Gabriel Garko ha abbassato definitivamente la maschera, dopo il coming out al Gf VIP svela nuovi dettagli sulla sua omosessualità e svela come ha preso la notizia la sua famiglia.

Leggi anche:Gabriel Garko parla dell’ex Riccardo: «11 anni insieme di nascosto»

Gabriel Garko è gay

Gabriel Garko è gay, la confessione arriva di fronte ai milioni di telespettatori del Gf VIP. L’attore sceglie di non nascondere più la sua omosessualità e con una lettera indirizzata alla ex Adua Del Vesco rivela il suo ”segreto di pulcinella”.

Iniziamo raccontando i fatti che riguardano il coming out di Garko, andato in onda venerdì 25 settembre. Più volte, nel corso degli ultimi anni era stata messa in dubbio la veridicità della storia con le sue ex fiamme e si facevano sempre più insistenti le voci di una presunta omosessualità dell’attore, mai confermata. Nella puntata del reality, però, Garko fa finalmente chiarezza su tutto e fa le prime confessioni sconvolgenti.

Gabriel Garko con una lettera ad Adua Del Vescoracconta anni di bugie e storie di copertura per nascondere il fatto di essere gay. Descrive la sua omosessualità come ”il segreto di pulcinella” a cui nessuno crede ma a cui è stato costretto a sottostare. Rivela che la storia con Adua del Vesco è stata tutta una montatura decisa da altri e che i due protagonisti si sono limitati a interpretare.

Ma Gabriel Garko ha tanti altri segreti da rivelare e decide di farlo nel salotto di Silvia Toffanin Verissimo; uno tra tutti è la reazione della sua famiglia alla scoperta della sua omosessualità…

La reazione della famiglia

Molte sono state le domande che hanno accompagnato il coming out di Gabriel Garko, la più ricorrente fa riferimento alla reazione della famiglia. A questo quesito dei telespettatori, l’attore ha risposto durante un’intervista a Verissimo.

Ecco cosa ha rivelato Gabriel Garko:

I miei genitori e le mie sorelle non mi hanno mai giudicato per le mie scelte, anzi mi hanno sempre protetto e coperto. Prima di iniziare a fare questo mestiere ho sempre vissuto bene la mia sessualità, in casa lo hanno sempre saputo.

Poi avevo la convinzione che se avessi dichiarato il mio orientamento non avrei più lavorato. Inoltre, avevo paura che il pubblico potesse sentirsi preso in giro, ma il primo ad essersi preso in giro sono stato io.

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Figlia degli anni Novanta, cresciuta negli anni Zero. Risultato? Un ibrido, a tre schermi e più tastiere, ma con le radici di carta. Appassionata di Gossip, Moda e Spettacolo.
Seguici su Facebook

Scopri tutte le news che riguardano il mondo del gossip, della televisione e dello spettacolo.

Se su Instagram?

Seguici sulla nostra pagina Instagram per scoprire tutte le news sul mondo del gossip