Massimiliano Rosolino ultima gara

Massimiliano Rosolino

Isola dei famosi, Massimiliano Rosolino risponde a chi lo critica: «All’inizio ero in imbarazzo»

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Massimiliano Rosolino quest’anno ha sperimentato cosa vuol dire essere l’inviato speciale dell’Isola dei Famosi; nonostante la sua tenerezza, però, ha subìto diverse critiche da parte del web. Anche Ilary Blasi – conduttrice del programma – lo ha spesso preso in giro, trovando nel nuotatore una grandissima autoironia (per fortuna!). Gli utenti del social, però, non sono stati magnanimi come la Signora Totti e Rosolino ha quindi deciso di rispondere una volta per tutte alle critiche mosse contro di lui.

Leggi anche:  Isola dei famosi, Daniela Martani contro Andrea Cerioli: «Ti photoshoppi gli addominali»

Massimiliano Rosolino risponde alle critiche

Tramite un post di Instagram, Massimiliano Rosolino ha risposto a chi critica le sue gaffe durante le puntate in diretta dell’Isola dei Famosi 2021:

Prima regola del gioco?? Stare al gioco! Se sbagli vuol dire che ci hai provato! Se ci riprovi l’errore sarà solo un “bel” ricordo! Spesso, soprattutto all’inizio dell’isola mi sono sentito in imbarazzo come quando da piccolo sbagliavo a fare la virata in gara, e dovevo inseguire chi in quel momento era stato più bravo di me. In realtà non sono mai diventato il più bravo in virata ma ho compensato con altre caratteristiche! Siate sempre fieri di voi stessi.

Forse non sarà un inviato super preparato, ma Massimiliano Rosolino è sicuramente molto onesto. Prima di partire per l’Honduras, l’ex nuotatore ha rilasciato un’intervista spiegando cosa vuol dire per lui aver avuto la possibilità di partecipare a questa esperienza:

Questa è una bella opportunità e sono particolarmente entusiasta perché anche se la televisione rappresenta una piccola parte della mia vita sto cercando di crescere. Cercherò di portare in questa edizione un po’ di ironia, una qualità che mi contraddistingue. Nel cast come un concorrente? Quest’anno non ero stato preso in considerazione nel cast. In altre edizioni però ero stato contattato per partecipare come naufrago. Ho rifiutato perché quando facevo l’atleta non potevo permettermi di andare sull’isola considerando che sarei andato incontro ad un deperimento fisico. Questo aspetto mi ha fortemente spaventato. Ora che sono più grande mi sono proposto come inviato. Preferisco stare lontano da casa per tre mesi piuttosto che vivere l’incognita del tempo come un naufrago.

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Classe 1992, grazie ai pomeriggi passati insieme alla nonna a guardare i talk show degli anni Novanta, si è appassionata al gossip e alla tv