Omicidio Manuela Bailo, cosa è successo? Tutta la storia: Fabrizio Pasini, età quando è morta, ex fidanzato Matteo Sandri, condanna, Amore Criminale

Manuela Bailo è stata assassinata nel 2018 da un suo collega, ma cosa è successo? Tutti i dettagli all'interno dell'articolo!

Manuela Bailo è stata assassinata nel 2018 da un suo collega, ma cosa è successo?

Leggi anche: Omicidio Vincenza Ribecco: chi è il marito che l’ha uccisa? Tutta la storia: età, figli, tutta la storia, cosa è successo

Cosa è successo a Manuela Bailo?

Manuela Bailo aveva 35 anni ed era di Nave, in provincia di Brescia. La giovane donna lavorava come impiegata nel Caf della Uil. È stata uccisa il 28 luglio 2018 da un suo collega. Ma perché?

Fabrizio Pasini

Fabrizio Pasini è l’uomo che si è macchiato del delitto di omicidio ai danni di Manuela Bailo. Lui era sposato e con due figli, ma da tempo aveva intrapreso una relazione extraconiugale con la donna uccisa.

fabrizio pasini

L’assassino Fabrizio Pasini

La scintilla fra i due è scoppiata proprio sul posto di lavoro: da subito è stato ben chiaro che Fabrizio non avrebbe lasciato la sua famiglia per Manuela, ma lei aveva invece il desiderio di poter ufficializzare il loro legame per poterlo vivere alla luce del sole, come tutte le coppie normali. A quanto pare, il compagno della donna uccisa la manipolava alimentandone le speranze e illudendola che un giorno le cose sarebbero cambiate. Manuela Bailo, dopo aver temporeggiato per anni, aveva invece deciso di mettere Fabrizio Pasini di fronte a un ultimatum: o la convivenza o la fine della loro relazione. 

Cause della morte

Manuela Bailo è morta a 35 anni per mano di Fabrizio Pasini, nella casa della madre di lui. Il corpo della giovane donna è stato ritrovato occultato dopo 3 settimane dall’uccisione all’interno di una vasca per i reflui nella cascina di Azzanello. Le cause della morte, secondo il medico legale, sono state:

Shock emorragico secondario a sezione completa della carotide destra da lesività da taglio.

In poche parole, Manuela Bailo è stata sgozzata con una lama, dopo esser stata colpita alla testa. L’arma del delitto non è mai stata ritrovata.

Condanna

L’assassino di Manuela è stato condannato con rito abbreviato a 16 anni di reclusione per omicidio e occultamento di cadavere.  Per l’assassino della giovane donna è stata esclusa la premeditazione.

La ricostruzione

Secondo una ricostruzione, Manuela Bailo e Fabrizio Pasini, la notte dell’accaduto, avrebbero litigato. L’uomo l’avrebbe spinta dalle scale, come da lui stesso riferito, con l’intento di farle del male. In uno scatto d’ira dettato dalla paura di essere scoperto dai suoi parenti che vivevano al piano di sopra, però, l’avrebbe poi colpita alla testa con qualcosa di pesante. Pasini ha sempre negato di averle tagliato la gola.

Ex fidanzato Matteo Sandri

L’ex fidanzato di Manuela, Matteo Sandri, ha immediatamente avuto il sospetto che il responsabile della sparizione (e poi dell’uccisione) della giovane donna fosse Pasini. Il ragazzo e la Bailo vivevano ancora insieme, nonostante la loro relazione fosse finita da ormai un paio di anni.

manula bailo ex fidanzato matteo sandri

La donna uccisa e il suo ex fidanzato

In una vecchia intervista ha detto:

Avevo provato in tutti i modi ad allontanarmi da lei, ma non ci sono mai riuscito. Ero ancora innamorato e se abbiamo continuato a vivere sotto lo stesso tetto perché forse anche lei provava ancora qualcosa. Io l’amavo.

Su Pasini, invece, l’ex fidanzato di Manuela Bailo ha detto:

A un certo punto mi sono convinto che fosse tutta colpa sua. Gli sms arrivati dal telefono di Manuela sono stati determinanti. Avevo capito che lo stile di scrittura non era il suo.

Amore Criminale

La trasmissione Amore Criminale ha trattato il caso di Manuela Bailo in una delle sue puntate.

Seguici su Instagram cliccando QUI!