Concerto Primo Maggio: la frecciatina di Fedez e la risposta in diretta di Ambra, ecco cosa è successo (VIDEO)

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Fedez ha lanciato una pesante frecciatina contro il Concerto del Primo Maggio e i suoi organizzatori, così Ambra Angiolini ha deciso di rispondergli in diretta. Ma cosa è successo?

Nella giornata di ieri si è svolto il Concerto del Primo Maggio, in Piazza San Giovanni a Roma. Fedez, in viaggio a New York, ha voluto lanciare una frecciatina contro gli organizzatori dell’evento; Ambra Angiolini – conduttrice e mediatrice dello show – ha però risposto al rapper…cosa ha detto?

Leggi anche: «Fabio Fazio è un finto buono»: il duro attacco al conduttore di Che Tempo che Fa, ecco chi l’ha detto

Fedez lancia una frecciatina contro il Concerto del Primo Maggio

Durante il Concerto del Primo Maggio, Fedez ha postato una story in cui lanciava una palese frecciatina contro gli organizzatori dell’evento:

Buon primo maggio e buon Concertone a tutti…avrei voluto essere lì, ma credo che il mio invito si sia perso.

fedez primo maggio

La story di Fedez

La risposta di Ambra Angiolini

Ambra Angiolini, durante la chiusura del Concerto del Primo Maggio, ha preso il suo telefono e ha risposto in diretta alla story pubblicata da Fedez:

Volevamo lasciarvi con una poesia, con le parole di un amico del Primo Maggio. Il pezzo recita così ‘Buon Primo Maggio e buon concertone a tutti. Avrei voluto tanto essere lì, ma credo che il mio invito si sia perso’. Lui è Fedez! E ciao Federicoooooo!

Quella di Fedez è davvero una frecciatina, ma la stessa cosa non si può dire della risposta di Ambra Angiolini: è risaputo, infatti, che il rapper e l’attrice siano molto amici e inoltre, forse, saranno presto colleghi (QUI per info). C’è da dire, comunque, che non è la prima volta che il marito di Chiara Ferragni si schiera contro il Concertone: lo scorso anno, infatti, Fedez è stato invitato dagli organizzatori a presentare in anteprima il testo del suo intervento poiché doveva essere approvato dai vertici della televisione di Stato. Così il rapper aveva polemizzato all’epoca:

È la prima volta che mi succede di dover inviare il testo di un mio intervento perché venga sottoposto ad approvazione politica, approvazione purtroppo che non c’è stata in prima battuta o meglio, dai vertici di Rai 3 mi hanno chiesto di omettere dei partiti e dei nomi e di edulcorare il contenuto. Ho dovuto lottare un pochino, ma alla fine mi hanno dato il permesso di esprimermi liberamente. Come ci insegna il Primo Maggio, nel nostro piccolo dobbiamo lottare per le cose importanti. Ovviamente da persona libera mi assumo tutte le responsabilità e le conseguenze di ciò che dico e faccio.

Seguici su Instagram cliccando QUI!

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Classe 1992, grazie ai pomeriggi passati insieme alla nonna a guardare i talk show degli anni Novanta, si è appassionata al gossip e alla tv