Giallo di Ponza: Paolo Pozzi, chi è il padre di Gianmarco Pozzi? Età, moglie, figli, cosa ha detto, Facebook, Instagram

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Paolo Pozzi è il padre di Gianmarco, il ragazzo trovato morto nel 2020 a Ponza. Ma cosa sappiamo di lui? E cosa è successo?

Paolo Pozzi è il padre di Gianmarco Pozzi, il ragazzo ucciso a Ponza nel 2020. L’uomo, insieme a tutta la sua famiglia, chiede giustizia e verità per suo figlio con il fine di scoprire cosa sia realmente successo la notte del suo decesso.

Leggi anche: Giallo di Ponza, caso Gianmarco Pozzi: cosa è successo? Chi era Gimmy? Tutta la storia

Chi è Paolo Pozzi, il padre di Gianmarco

Paolo Pozzi è stato raggiunto da FanPage lo scorso maggio; il padre di Gianmarco ha detto quanto segue ai giornalisti del magazine:

Sono felice perché sono stato svegliato alle sette dalla notizie di quest’operazione in corso tra Ponza e Roma partita dall’omicidio di Gianmarco. Spero che interrogando queste persone salti fuori cos’è successo quella sera. Siamo convinti che gli arrestati sappiano qualcosa e conoscano benissimo la verità.

Le indagini

Dopo le prime indagini, finalmente sono state chiarite alcune dinamiche circa ciò che succedeva a Ponza nel periodo in cui Gianmarco Pozzi è stato ritrovato morto. Dietro al decesso del ragazzo ci sarebbe un giro di droghe, che coinvolgerebbe il suo amico Alessio Lauteri e il proprietario del locale dove lavorava, Vincenzo Pesce. L’avvocato della famiglia Pozzi riferisce quanto segue:

Abbiamo chiesto di essere ascoltati dal pubblico ministero per fare un punto della situazion. Riteniamo che ci sia altro oltre questa indagine e che sia il punto di partenza per altri procedimenti.

Le indagini sulla morte di Gianmarco sono ancora in corso; oltre a Paolo Pozzi – il padre – anche la sorella Martina ha preso spesso la parola su quanto successo al ragazzo:

Speriamo che gli inquirenti facciano ciò che andava fatto prima e mettano sotto torchio queste persone.

Cosa ha detto il padre di Gianmarco?

Il padre di Gianmarco Pozzi, Paolo, e tutta la sua famiglia, è fermamente convinto che il ragazzo sia stato legato e picchiato e poi, infine, gettato in un’intercapedine per simulare una caduta dall’alto. Secondo la Procura, però, un cedimento accidentale sarebbe plausibile. La tesi è che il ragazzo – in preda alle allucinazioni dovute dal consumo di droga – sia caduto e abbia perso conoscenza.

Facebook

Su Facebook è nato un gruppo a sostegno delle tesi della famiglia Pozzi; lo trovate cliccando QUI!

Instagram

Paolo Pozzi non risulta essere proprietario di alcun profilo Instagram.

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Classe 1992, grazie ai pomeriggi passati insieme alla nonna a guardare i talk show degli anni Novanta, si è appassionata al gossip e alla tv