Vestiti per neonati: gli essenziali per i primi mesi di vita di vostro figlio

Per la nascita del bambino è bene farsi trovare preparati, un guardaroba fornito sarà di aiuto a voi e al vostro bambino.

Con l’arrivo di un bebè ci saranno molte cose da organizzare, la cameretta, i prodotti per il trasporto, i prodotti per l’igiene e naturalmente anche il guardaroba.

Se si tratta del secondo figlio si parte avvantaggiati, magari le cose del primo che sono state tenute da parte possono essere riutilizzare. Nel caso si trattasse del primo genito allora sarà necessario, ovviamente, fare un po’ di rifornimento.

Lo shopping dei vestiti per neonati è una dolcissima attività da fare in compagnia del proprio partner, dei propri familiari o amici che sapranno consigliarvi. Ricordate però che non è solo una questione estetica.

Per l’arrivo del bambino è bene avere già tutto pronto, perché nei giorni e mesi successivi, come si può ben immaginare sarà difficile poter organizzare quel che manca.

Prendere un po’ di vestiti, sia della stagione in cui nasce sia della stagione successiva, tenendo anche conto della crescita, è una buona idea.

Ma cosa comprare esattamente? Vediamo insieme tutto ciò che non deve mancare nel guardaroba di un neonato.

Gli essenziali per la nascita

Per i primi giorni di vita i bambini dovranno indossare tutine e vestiti molto morbidi, senza cuciture che possono dare fastidio, bottoni o nastrini ed è importante che il materiale sia naturale, un buon cotone è l’ideale.

L’indumento essenziale nei primi mesi di vita è la tutina.

La tutina è fondamentale per tenere il bambino coperto sia d’estate che d’inverno, il peso ovviamente cambierà in base alla stagione, ma ci deve essere sempre. Non fatevi scrupolo a prenderne una in più perché verranno cambiate molto spesso, è bene averne una scorta sempre a disposizione.

Altro indumento essenziale in tutte le stagioni è il cappellino.

Il cappellino serve per coprire la testa che è l’unica parte che di solito resta scoperta, per evitare correnti d’aria o perdita di calore è bene tenerla coperta.

Guardaroba per l’inverno

L’inverno potrebbe sollevare preoccupazioni e farvi chiedere se il bambino avrà troppo freddo, con quanti strati coprirlo, quali materiali utilizzare.

Effettivamente l’inverno è una stagione insidiosa sia per gli adulti che per i piccoli, non solo per il freddo, ma anche per la pioggia, il vento e gli sbalzi di temperatura tra esterno ed interno.

In linea di massima si consiglia di vestire il bambino di molti strati, in modo da poter adattare il suo abbigliamento in base alla temperatura. Per esempio: calzine, tutina, maglietta di cotone, maglioncino di lana e pantaloni caldi, per uscire giubbottino imbottito e ovviamente sciarpa e cappello.

Una raccomandazione da fare è di non esagerare con gli strati, è importante che il bambino sia tenuto caldo, ma senza arrivare alla sudorazione!

Guardaroba per l’estate

L’estate con le sue temperature sempre in aumento sta diventando una stagione sempre più difficile. Potreste essere portati a pensare che con il caldo sia meglio tenere il bambino non vestito. In realtà è sempre bene fargli indossare almeno un body di cotone leggero in modo che possa assorbire il sudore, infatti stando sempre a contatto con la carrozzina è facile che sudi.

Un consiglio è di portare sempre con sé una copertina di cotone nel caso ci si trovi in ambienti con aria condizionata, gli sbalzi di temperatura possono fare danni.

La temperatura

In generale è bene ricordarsi che il bambino nei primi mesi di vita non avrà sviluppato la capacità di termoregolarsi perciò è importante che il calore corporeo non venga disperso, ma con un buon abbigliamento non ci saranno problemi.

Ricordatevi che il bambino percepisce le temperature come gli adulti, quindi potrete vestirlo in base alla vostra sensazione.