Tiziano Ferro: come si chiamano i suoi figli? Quanti anni hanno? Sono adottati? La storia dell’adozione

Tiziano Ferro ha adottato i suoi figli? Quanti anni hanno? Come si chiamano? Ecco tutta la verità sulla famiglia del cantante!

Tiziano Ferro e suo marito sono diventati papà di due bellissimi bambini lo scorso febbraio. Ma come si chiamano i loro figli? Quanti anni hanno? Tutta la verità sulla famiglia del famoso cantante!

Leggi anche: Belve, Alessandra Celentano intervista: «Ecco chi è l’ultimo uomo con cui ho fatto l’amore» (FOTO e NOME)

Come si chiamano i figli di Tiziano Ferro?

I figli di Tiziano Ferro e di suo marito Victor si chiamano Margherita e Andreas; dal racconto del cantante la prima ad essere arrivata in famiglia è la bimba che vive con la coppia già da due mesi. Mentre poco settimane dopo è arrivato Andreas. Ecco il post pubblicato su Instagram:

Due telefonate mi hanno reso l’uomo più felice del mondo.
La prima qualche mese fa: una bimba. La seconda poche settimane dopo: questa volta un bimbo.
Sono diventato papà, e voglio presentarvi queste due meraviglie di 9 e 4 mesi.
Margherita e Andres, la vostra vita è appena iniziata.
Ma anche la nostra. Per me e Victor l’esperienza da genitori rappresenta il più alto degli onori, il più impegnativo degli oneri. Che affronteremo con amore, attenzione, tenerezza e dedizione.

Quanti anni hanno?

La prima ad arrivare nella famiglia di Tiziano Ferro, come accennato, è stata Margherita che all’epoca aveva 9 mesi. Oggi quindi la bimba ha un anno e sei mesi! Il secondo, invece, è stato suo fratello Andreas che all’epoca dell’adozione aveva 4 mesi; oggi il bimbo ne ha 10.

Sono stati adottati?

In realtà questo dettaglio non è mai stato chiarito da Tiziano Ferro e da suo marito Victor; ecco come ha risposto il cantante in merito alla nascita dei suoi figli:

Comprendiamo e accettiamo la curiosità che regna intorno a noi, ma vi chiediamo di rispettare la riservatezza di Margherita e di Andreas. Ci prenderemo cura dei nostri figli, proteggendoli e custodendone l’intimità meglio che potremo. Saranno solo e soltanto loro a decidere “quando” – e soprattutto “se” – condividere il racconto della loro vita, è giusto che lo conoscano prima del resto del mondo. È un diritto insindacabile. Grazie per l’amore e per la comprensione di sempre. Vi vogliamo bene!

La scelta dei neo papà, dunque, è di tutelare la storia dei due bambini e di lasciar loro la possibilità di scoprirla una volta adulti. 

Seguici su Instagram cliccando QUI!