2 '  
Categorie Curiosità

Burger King lancia l’Unhappy Meal perché nessuno può essere felice tutti i giorni

Nessuno può essere sempre felice. Con questo slogan Burger King ha lanciato, solo negli Stati Uniti per il momento, i suoi Real Meal, i primi menu per chi è infelice, triste o arrabbiato.

Le nuove opzioni, soprannominate “Real Meals”, infatti sono ispirate a una selezione di diversi stati d’animo, l’idea alla base è quella di affrontare l’importanza della salute mentale e la celebrazione dell’essere fieri di essere se stessi.

Secondo Burger King non si può essere sempre felici e non bisogna nascondere gli stati d’animo come la rabbia, la malinconia e la tristezza.

Il lancio è avvenuto in concomitanza con le compagne di sensibilizzazione sui temi della salute mentale. Maggio, infatti, è negli Stati Uniti il mese delle iniziative incentrate su queste tematiche. Nel comunicato stampa Burger King ha presentato così l’idea del Real Meal:

È un modo per incoraggiare le persone a mostrare come si sentono. I social media creano una forte pressione per cui tutti dobbiamo apparire felici e perfetti. Con i Real Meal, Burger King celebra la volontà di essere sé stessi e il diritto a provare qualsiasi sentimento.

Gli avventori americani, solo per il mese di maggio, quindi potranno ordinare i vari menu:

  • Pissed Meal: menu arrabbiato
  • Blue Meal: menu malinconico
  • Salty Meal: menu infastidito
  • YAAAS Meal: menu soddisfatto
  • DGAF Meal: menu Don’t Give A Fuck, ovvero il menu “non me ne frega niente”.

Anche se non è esplicitato in modo specifico, questi menu sembrano essere una risposta al popolare Happy Meal di McDonald’s.

La società ha anche pubblicato un cortometraggio per lanciare la campagna, in cui sono presenti persone che esprimono diversi stati d’animo, come tristezza o rabbia.