Rocco Papaleo e la malattia ereditata dal padre che gli ha cambiato la vita: di cosa si tratta?

Pochi sanno che Rocco Papaleo ha una malattia ereditata da suo padre, ma di cosa si tratta esattamente? Ecco tutta la verità sull'attore.

Pochi sanno che Rocco Papaleo ha una malattia ereditata dal padre, ma di cosa si tratta?

Rocco Papaleo, lo stimatissimo attore dall’inconfondibile accento lucano, è una ormai una presenza più che consolidata nel cinema come nella tv nostrana. La sua dirompente comicità gli ha permesso di arrivare in alto raggiungendo la popolarità a livello nazionale ma l’attore ha parlato della malattia che l’ha colpito cambiandogli la vita. Scopriamo di che si tratta.

Leggi anche: Rocco Papaleo: età, vita privata, altezza, film, dove vive, Instagram

Rocco Papaleo e la malattia ereditata dal padre: una miopia quasi accecante

Rocco Papaleo è uno dei più apprezzati e divertenti attori comici italiani. Storica la sua partecipazione al Festival di Sanremo, come co-conduttore, in cui fece impazzire il pubblico dell’Ariston come i telespettatori facendo La Foca. Forse non tutti sanno, però, che Papaleo è stato colpito da una malattia potenzialmente invalidante, ereditata dal padre. Come l’attore rivela nel corso di un’intervista a Ok Salute, si tratta di una miopia quasi accecante con cui combatte fin da bambino. Questo ostacolo gli ha fatto sviluppare un’energia incredibile, rendendolo in grado di raggiungere tutti i suoi obiettivi.

Rocco Papaleo e la malattia: «Mi ha permesso di sviluppare uno sguardo diverso»

Rocco Papaleo fin da bambino è stato colpito da una malattia ereditata dal padre: una forma di miopia quasi accecante. L’attore, durante un’intervista a Ok Salute, ha voluto raccontare la propria storia riferendosi in particolar modo a questo specifico problema che, col tempo, per lui è diventato una vera e propria risorsa. Ecco le sue parole:

Questa malattia mi ha permesso di sviluppare uno sguardo diverso, di usare l’immaginazione, di esprimermi con la poesia. Alla miopia devo molto, anche se nel mio caso è davvero accentuata… Per i compagni ero quattrocchi, ma nonostante le limitazioni e le prese in giro, non ho avuto veri complessi per questo motivo.

Non segui DonnaPOP su Instagram? Rimedia subito cliccando qui!