Caivano, Don Patriciello: chi è, biografia, camorra, scorta, tutta la storia, cosa è successo

Don Maurizio Patriciello da qualche giorno si trova sotto scorta a causa di diverse minacce da parte della camorra, ma cosa è successo?

Don Maurizio Patriciello da qualche giorno si trova sotto scorta a causa di diverse minacce da parte della camorra, ma cosa è successo?

Leggi anche:  Biagio Chiariello, chi è il comandante dei vigili di Arzano? Perché è sotto scorta? Cosa è successo? Tutta la storia

Perché Don Patriciello è sotto scorta?

A metà marzo 2022 è stato fatto esplodere un ordigno proprio davanti la chiesa dove esercita Don Patriciello; questa è stata ovviamente vista come una minaccia da parte della camorra ai danni del parroco del Parco Verde di Caivano, in provincia di Napoli. Proprio pochi giorni fa, poi, è stato trovato un cartello con su scritto:

Bla, bla, bla. Pe mo.

cartello caivano don patriciello

Il cartello contro Don Patriciello

Il senatore Sandro Ruotolo del Gruppo Misto ha spiegato cosa volessero intendere queste parole contro Don Patriciello:

Pe mo’, vuol dire per ora. Cioè fino ad oggi abbiamo scherzato. Loro non demordono ma neanche noi. Loro continuano a sfidarci.

La camorra

Don Patriciello stesso, dopo l’esplosione dell’ordigno di fronte la sua parrocchia, è stato chiamato anche da Mattarella. Nonostante le continue minacce, però, il parroco continua a non dirsi minimamente spaventato:

Non ho mai avuto paura e continuo a non avere paura. Io faccio il parroco e continuerò a farlo. I carabinieri stanno cercando di interpretare il senso di questo messaggio di certo è un cartello che arriva dopo il mio incontro di ieri con il ministro Lamorgese, dopo la visita qui dell’Antimafia.

Le dichiarazioni di Ruotolo

Sempre il senatore Ruotolo, parlando della delicatissima situazione in cui si trova Don Maurizio Patriciello, ha voluto aggiungere:

Padre Maurizio Patriciello da ieri vive protetto dallo Stato. La ministra Lamorgese ha annunciato la costituzione della compagnia dei carabinieri proprio a Caivano. Noi siamo soddisfatti ma diciamo anche che non basta. Se è vero che la questione criminale a Napoli è un’emergenza nazionale diventa prioritaria la lotta ai clan dell’area Nord di Napoli. Abbiamo una serie di richieste. Chiediamo alle istituzioni di confrontarsi con noi. Verrà il giorno in cui cacceremo la camorra dai nostri territori. Chi non è contro la camorra è complice della camorra.

Biografia di Don Maurizio Patriciello

Don Patriciello è nato a Frattamaggiore, in provincia di Napoli, e ha lavorato come paramedico decidendo in seguito di entrare in seminario grazie all’incontro con un frate francescano che lo ha reintrodotto nella Chiesa, dopo il suo abbandono diversi anni prima. Oggi è parroco di Caivano e in poco tempo è divenuto uno dei volti più conosciuti della battaglia contro il rilascio di rifiuti industriali sversati e poi interrati senza alcuna precauzione nelle campagne. Su questa vicenda Don Maurizio Patriciello ha anche scritto due libri: Vangelo dalla terra dei fuochi e Non aspettiamo l’Apocalisse, scritto a quattro mani con Marco De Marco. QUI potete trovare il suo sito web.

Seguici su Instagram cliccando QUI!