Ema Stokholma madre e padre: l’infanzia difficile, il rapporto con il fratello e i genitori oggi

Ema Stokholma, concorrente di Ballando con le Stelle 2022, non ha mai fatto mistero della sua infanzia difficile. Cosa è successo?

Ema Stokholma è la celebre speaker di Radio 2 nonché concorrente di Ballando con le Stelle 2022. La ragazza dai capelli fucsia non ha mai nascosto di aver vissuto un passato difficile, soprattutto per quanto riguarda il periodo dell’infanzia. Riguardo alla madre violenta, ha scritto anche un libro dal titolo Per il mio bene. Sempre effervescente e vulcanica, la dj è riuscita ad arrivare alla finale del talent del talent per vip danzanti condotto da Milly Carlucci e ha pure trovato l’amore nel suo maestro di ballo Angelo Madonia.

Un jackpot di tutto rispetto per lei, sempre più apprezzata anche dal pubblico. Ma, facendo un passo indietro rispetto al radioso presente che le sorride, cosa sappiamo dei rapporti difficili con la sua famiglia d’origine? Andiamo a scoprire meglio insieme tutti i contorni di questa delicata vicenda che la riguarda molto da vicino. Qui di seguito, le info.

Leggi anche: Ballando con le Stelle, Ema Stokholma e il ballerino Angelo Madonia hanno litigato: ma cosa è successo?

Ema Stokholma madre e padre: l’infanzia difficile

Ema Stokholma non ha mai tenuto nascosto il fatto di aver vissuto un’infanzia difficile. La madre è stata abbandonata dal compagno quando era incinta del secondo figlio, il fratello di Ema, e il doloro per questa brusca separazione l’avrebbe portata a impazzire, diventando aggressiva violenta anche, se non soprattutto, con i suoi stessi figli.

Non c’erano carezze, parole dolci, mai. Episodi di violenza tutti i giorni, c’era grande solitudine. Le cose che mi diceva mi facevano più male della violenza fisica. Tornavo a casa e ci picchiava. Credo che lei non stesse bene. Non c’è mai stato nessun aiuto psicologico e nessuna diagnosi. Mi metteva la testa sotto l’acqua, nel water, mi incitava a suicidarmi. Mi è capitato che mi portasse su un ponte dicendomi di buttarmi da sola altrimenti lo avrebbe fatto lei

Così, a 15 anni, Ema decide di fuggire da quella casa degli orrori in Francia alla volta dell’Italia:

Sono scappata dalla mia casa in Francia e venuta in Italia per conoscere mio padre. É stato un viaggio difficile ma non lo dimenticherò mai. Non voglio sembrare vittima

Attualmente, Ema e la madre non avrebbero alcun rapporto. Alcune ferite sono spesso troppo profonde per poter essere totalmente risanate.

Ema Stokholma: il rapporto con il fratello e con i genitori oggi

Ema Stokholma non ha mai tenuto nascosto il fatto di aver vissuto un’infanzia difficile. Nonostante questo, è riuscita a mantenere un ottimo rapporto con il fratello minore, Gwendal. I due sono unitissimi e lui si è fatto vedere, a sorpresa, anche nel corso del talent di Milly Carlucci per dare supporto alla sorella. Con il padre, definito da lei “assente”, ha invece un rapporto piuttosto sereno oggi come oggi, anche se costellato di “non detti”:

Ho provato a raccontare a mio padre ma c’è poco ascolto quando ci sono storie del genere. Se tu non entri nei particolari, la gente non capisce. Non distingue. Ed è difficile raccontarlo

Seguici su Instagram cliccando QUI!

Scrive per DonnaPOP perché da sempre appassionata al mondo dello spettacolo, del gossip e della televisione.