Gerry Scotti covid

Covid, Gerry Scotti è stato in terapia intensiva: come sta oggi

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Gli ultimi giorni non sono stati affatto facili per Gerry Scotti: il noto conduttore di Canale 5, dopo aver contratto il Covid, è stato ricoverato in terapia intensiva per svariati giorni. Ecco come sta oggi.

Leggi anche: Covid, Carlo Conti torna a casa e al timone del Tale e Quale Show

Gerry Scotti combatte il Covid

Qualche settimana fa, Gerry Scotti aveva comunicato di essere risultato positivo al Covid, di essere in isolamento domestico e di stare tutto sommato bene. Le cose, purtroppo, poi sono precipitate e il conduttore dapprima è stato ricoverato in ospedale, poi è stato trasferito in terapia intensiva.

Come riporta TPI, Scotti è stato ricoverato nel reparto di terapia intensiva per una decina di giorni in seguito a un aggravarsi delle sue condizioni: Gerry, infatti, presentava delle difficoltà respiratorie che hanno preoccupato i medici. Adesso, grazie all’intervento tempestivo dei dottori, Scotti sembra stare meglio e ha finalmente cambiato reparto.

Carlo Conti e gli altri: il Covid colpisce molti vip

Non solo Gerry Scotti, purtroppo: anche Carlo Conti, Iva Zanicchi, Ornella Vanoni e Paola Perego hanno contratto questo maledetto virus, che sta mettendo in ginocchio il mondo intero. Mentre la Zanicchi si trova ricoverata per una polmonite bilaterale, Paola Perego ha finalmente ricevuto l’esito del suo tampone: dopo giorni sofferti, finalmente è risultata negativa.

La conduttrice l’ha comunicato in diretta a È sempre mezzogiorno di Antonella Clerici, dove ha rivelato che a breve tornerà sul piccolo schermo: ogni sabato, a partire dal 21 novembre, alle 14.00, condurrà Il filo rosso.

Non ci resta che fare i nostri auguri di pronta guarigione a Gerry Scotti e a tutti gli altri positivi, che in questi giorni stanno vivendo momenti di grande dolore e difficoltà.

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Adora l'universo femminile e ancora di più quello POP. Gli piace osservare e parlare; non gli piace l'arroganza e la frenesia.