Ares Gate, suicidio Losito: che fine ha fatto il testamento milionario? Parla Barbara D’Urso

Barbara D'Urso è stata interrogata dalla Procura di Roma sull'Ares Gate come persona informata dei fatti. Ma cosa è successo?

L’AresGate continua a spaccare in due i protagonisti del nostro panorama dello spettacolo; anche Barbara D’Urso è stata interrogata in merito al suicidio di Teodosio Losito e tutto ciò che gravita attorno a questa sinistra circostanza. La conduttrice è stata chiamata dalla Procura di Roma come persona informata sui fatti, ma prima di lei sono stati interrogati anche Gabriel Garko, Eva Grimaldi, Giuliana De Sio, Francesco Testi, Rosalinda Cannavò e Massimiliano Morra. Ma cosa ha detto la D’Urso?

Leggi anche: Tommaso Zorzi sull’AresGate: «Adua non può dire tutto»

Barbara D’Urso interrogata dalla Procura in merito all’Ares Gate

Lo scorso settembre, Barbara D’Urso – in diretta a Pomeriggio Cinque – dopo le dichiarazioni di Rosalinda Cannavò su Losito e la Ares Film, disse:

Sono sotto choc perché durante la pubblicità mi sono arrivati un sacco di messaggi sul telefonino sul caso della ipotetica setta e sono incredula. Così tante persone non immaginavo. Secondo me usciranno tanti nomi. Un’altra persona che io non dirò mai nemmeno sotto tortura, mi ha raccontato la stessa cosa. Mi ha raccontato che era una situazione molto particolare, io lo tengo per me. Attenzione, potrebbero essere stati coinvolti anche altri personaggi molto, ma molto ma molto famosi. Attenzione!

Insomma, Barbara D’Urso sa sicuramente qualcosa e la Procura di Roma se ne è accertata proprio in questi giorni. Non è finita qui: oltre a capire le vere ragioni del suicidio di Teodosio Losito, si sta indagando anche su che fine abbia fatto il testamento milionario dell’ex compagno di Alberto Tarallo. Sul Corriere della Sera si legge:

E adesso si aggiunge pure il mistero del testamento scomparso. Non il primo, scritto a mano nel lontano 2007, con cui Teodosio Losito – lo sceneggiatore della Ares Film che si è impiccato a un termosifone nel bagno della villa di Zagarolo l’ 8 gennaio del 2019 – lasciava ogni suo bene al compagno (poi ex, dopo 20 anni d’ amore), il produttore Alberto Tarallo, e niente ai familiari.

Ares Gate: Barbara D’Urso e la sua testimonianza

E poi ancora:

Ma un secondo, più recente e di contenuto diverso, che però non si trova. Forse smarrito in qualche cassetto. Oppure nascosto, come sospetta il fratello di Teo, Giuseppe Losito detto Pino, maestro di arti marziali a Milano, che – assistito dall’avvocato Stefano De Cesare – cerca il prezioso documento n.2, che potrebbe decretarlo erede universale.

Il testamento di Losito ammonterebbe a ben 7 milioni di euro e insieme a questi ci sarebbe anche la proprietà di Villa Xanadu ai Castelli Romani e un appartamento a New York. Oltre a questi beni però ci sarebbe anche una polizza assicurativa sulla vita intestata al fratello di Teodosio Losito, Giuseppe, destinata a pagare gli studi della nipote. Proprio a causa di questa polizza, Alberto Tarallo sarebbe sceso in causa con il fratello del suo ex compagno, dichiarando di essere l’unico vero e legittimo beneficiario. Insomma, è un gran caos! Questa situazione sta sconvolgendo il mondo dello spettacolo e anche tutti i fan, Barbara D’Urso si esprimerà in merito o la Procura di Roma le ha chiesto massima riservatezza?