Malika, che Mercedes ha comprato e quanto è costata? Raccolta fondi e rabbia sui social

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Malika ha comprato una Mercedes con i soldi della raccolta fondi nata in suo favore: ecco l'auto, il modello e il prezzo della vettura.

Malika Chalhy ha comprato una Mercedes con i soldi delle raccolte fondi nate in sui favore. Sul web, com’è facile intuire, si è scatenata una rivolta.

Malika, la ventiduenne di Castelfiorentino cacciata di casa dai genitori dopo il coming out, è al centro di roventi polemiche social per via del modo in cui ha deciso di spendere i soldi a lei destinati dalle due raccolte fonti nate sul web a suo favore. A portare alla luce la vicenda, Selvaggia Lucarelli, che ha intervistato la giovane su Tpi facendole rivelare di aver acquistato una Mercedes. Ma non solo. Scopriamolo insieme.

Leggi anche: Malika, chi è la ragazza lesbica cacciata di casa? Età, fidanzata, genitori, raccolta fondi, Instagram

Malika Chalhy, che Mercedes ha comprato quanto è costata?

Malika Chalhy ha comprato una Mercedes Classe A che nei giorni scorsi sfoggiava su Instagram dicendo però che non fosse di sua proprietà. L’auto, pagata grazie anche all’aiuto della fidanzata Camilla, sarebbe venuta a costare 17mila euro.

Ho 22 anni e volevo togliermi uno sfizio, mi sono comprata una bella macchina, potevo comprarmi un’utilitaria e non l’ho fatto.

Così racconta la ragazza nell’intervista a Selvaggia Lucarelli, aggiungendo che, grazie al denaro delle raccolte fondi a suo favore, avrebbe avuto accesso anche a cure dentistiche, riuscendo poi a prendersi una casa in affitto a Milano con la fidanzata (pagando in anticipo un anno di canone più duemila euro di caparra).

La Mercedes acquistata da Malika

La Mercedes acquistata da Malika

Malika Chalhy, le raccolte fondi a suo favore e la rabbia social

Malika Chalhy dopo aver raccontato il suo doloroso coming out sui social, ha beneficiato di due raccolte fondi. Una lanciata dalla cugina Roberta e l’altra partita autonomamente dal profilo “Papà per scelta”, attivista per la causa LGBTQA+. Dalla prima raccolta fondi, quella principale, Malika avrebbe ottenuto 140mila euro “per rifarsi una vita” promettendo di destinarne una parte in beneficenza.

Tramite Instagram, la ragazza mostra di aver effettuato bonifici a varie associazioni (tra cui il Centro Lilith Donna e la Fondazione Nadia Toffa) ma questo non è bastato a placare la rabbia social. A ricevere insulti dai soliti leoni da tastiera anche la cantante Malika Ayane, come lei stessa ha raccontato via Twitter, per un puro caso di omonimia.

Non segui DonnaPOP su Instagram? Rimedia subito cliccando qui!

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
DonnaPOP è un magazine al femminile, per scoprire tutte le news che riguardano il mondo del gossip, della televisione e dello spettacolo.